Aiuti per l'area di crisi industriale del gruppo Antonio Merloni

Nel corso degli anni 2007 e 2008 la prolungata crisi produttiva e di mercato ha coinvolto il gruppo delle imprese facenti capo alla Antonio Merloni S.p.a., azienda leader del comparto produttivo degli elettrodomestici.

L’importante presenza produttiva del gruppo sul territorio umbro-marchigiano ha determinato lo sviluppo di un articolato sistema locale dell’indotto che, al manifestarsi della crisi, ha subito forti ripercussioni.

In data 19 marzo 2010 è stato sottoscritto da Ministero dello sviluppo economico, Regione Marche, Regione Umbria e Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.a. – Invitalia, un Accordo di programma (pdf, 2 Mb) per la disciplina degli interventi di reindustrializzazione delle aree coinvolte dalla crisi del gruppo Antonio Merloni.

Il "Progetto di riconversione e riqualificazione industriale", approvato con un atto integrativo al predetto Accordo, sottoscritto il 18 ottobre 2012, è finalizzato alla salvaguardia e al consolidamento del tessuto imprenditoriale dell’area coinvolta dalla crisi, nonché al reimpiego e alla riqualificazione dei lavoratori della società Antonio Merloni S.p.a. in amministrazione straordinaria (A.S.)

In data 9 ottobre 2020 è stato stipulato l’Atto Integrativo tra il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Marche, la Regione Umbria e l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.a. – Invitalia, attualmente in corso di registrazione presso la Corte dei Conti.


Intervento di aiuto ai sensi della legge n. 181/1989

Con circolare direttoriale 22 marzo 2016, n. 26398 (pdf) è stato pubblicato l’“Avviso pubblico per la selezione di iniziative imprenditoriali nei territori dei Comuni ricadenti nell’area coinvolta dalla crisi del gruppo Antonio Merloni tramite ricorso al regime di aiuto di cui alla legge n. 181/1989”. In esito alla conclusione delle istruttorie effettuate da Invitalia, si è rilevata una disponibilità residua di risorse finanziarie che vengono quindi destinate alla dotazione di un nuovo avviso.

Con circolare direttoriale 26 novembre 2020, n. 3811 è stato, infatti, attivato un nuovo intervento ai sensi della legge n. 181/1989.

La misura, in sintesi, promuove la realizzazione di una o più iniziative imprenditoriali nel territorio dei Comuni dell’area coinvolta dalla crisi del gruppo Antonio Merloni, finalizzate al rafforzamento e alla riqualificazione del tessuto produttivo locale, anche tramite l’attrazione di nuovi investimenti, nonché alla ricollocazione dei lavoratori della società Antonio Merloni in amministrazione straordinaria.

 

Risorse

L’ammontare complessivo delle risorse per la concessione delle agevolazioni di cui all’Avviso è pari ad euro 21.643.595,33, a valere sulle risorse stanziate dalla Legge 14 maggio 2005, n. 80, di cui risultano assegnati euro 12.554.817,80 alla Regione Marche ed euro 9.088.777,53 alla Regione Umbria.

 

Presentazione delle domande

Le domande di agevolazione debbono essere presentate all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa S.p.a. – Invitalia, a pena di invalidità, secondo le modalità e i modelli indicati nell’apposita sezione dedicata alla legge n. 181/1989 del sito istituzionale dell’Agenzia medesima (www.invitalia.it), a partire dalle ore 12.00 del 20 gennaio 2021, successivamente all’avvenuta registrazione presso la Corte dei Conti dell’Atto Integrativo all’Accordo di programma stipulato in data 09 ottobre 2020.

Invitalia renderà noto sul proprio sito istituzionale (www.invitalia.it) l’eventuale mancata registrazione dell’Atto Integrativo dell’Accordo di programma entro la data del 17 gennaio 2021 ed i nuovi termini per la presentazione delle domande.

  

Graduatoria


Informazioni e contatti

Per tutte le richieste di chiarimenti ed informazioni contattare esclusivamente la casella di posta elettronica: info@invitalia.it 

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO