Gas naturale - Distribuzione

La riforma del settore della distribuzione del gas naturale, avviata a partire dal 2000 con il d. lgs. n.164/00 il c.d. Decreto Letta, ha inteso liberalizzare tale segmento della filiera gas prevedendo che la concessione comunale del servizio venga affidata tramite gara pubblica ad operatori del settore per periodi non superiori a 12 anni. Successivamente con l’art. 46 bis della legge n. 222/2007, il Legislatore ha previsto che tali gare fossero svolte per l’assegnazione del servizio, non più a livello comunale ma a livello di Ambito Territoriale Minimo (ATEM), ossia aggregazioni sovracomunali di dimensioni “ottimali” con riferimento a criteri di efficienza ed economicità del servizio.

Il Ministero dello sviluppo economico ha emanato la normativa di attuazione dell’art. 46 bis richiamato, in tre decreti che hanno stabilito il numero degli Ambiti (177 suddivisi in 8 raggruppamenti, con DM 19 gennaio 2011), i comuni facenti parti di ciascun Ambito (DM 18 ottobre 2011), i criteri sulla base dei quali deve essere svolta la gara d’Ambito (DM n. 226/2011 “Regolamento criteri” e schemi tipo); inoltre ha posto le regole per la tutela occupazionale del personale coinvolto (DM 21 aprile 2011).

Infine, il MiSE ha emanato Linee guida per assistere le stazioni appaltanti nella corretta valutazione economica degli asset coinvolti nel passaggio dell’affidamento ai nuovi operatori aggiudicatari della gara d’ambito (DM 22 maggio 2014), con l’intento di agevolare tali valutazioni risultate da subito piuttosto controverse e fonte di contraddittorio.

La normativa di settore è rinvenibile nella sezione “Riferimenti normativi”.

Per maggiori informazioni

 

Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2018

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO