Divisione VII - Industrie del made in Italy, industrie creative e finanza d'impresa

Via Molise, 2 187 ROMA

Competenze

  • elaborazione e attuazione di politiche ed interventi per lo sviluppo e la competitivita' dei settori del Made in Italy, quali agroalimentare, orafo, carta, legno e arredo, ceramica, tessile, abbigliamento, pelletteria e calzature;
  • elaborazione e attuazione di politiche per la finanza d'impresa a supporto delle imprese del made in Italy;
  • coordinamento con gli uffici competenti per l'elaborazione delle linee d'indirizzo dell'attivita' promozionale in favore del Made in Italy;
  • partecipazione all'elaborazione di norme di settore e in materia di etichettatura in sede nazionale, dell'Unione Europea e internazionale;
  • autorita' competente per l'attuazione dei regolamenti dell'Unione Europea nei settori di riferimento e in materia di etichettatura; autorita' di vigilanza dei controlli nei settori di riferimento ove previsti dalla normativa dell'Unione Europea;
  • elaborazione, in collaborazione con la divisione IV, di politiche di avanzamento tecnologico delle filiere nei settori del made in Italy;
  • raccordo con la competente Direzione nelle attivita' relative alla tutela del marchio; raccordo con le altre amministrazioni nelle attivita' relative alle indicazioni di origine e all'etichettatura di origine alimentare;
  • collaborazione con le Amministrazioni competenti nella elaborazione della posizione nazionale per gli accordi commerciali per le materie di competenza;
  • rapporti con le altre Amministrazioni e con gli Organismi dell'Unione Europea e internazionali attivi nei settori di riferimento;
  • partecipazione alle attivita' svolte dal punto di contatto italiano del Codex Alimentarius;
  • partecipazione al Comitato permanente della Convenzione di Vienna per il controllo e la marcatura degli oggetti in metalli preziosi;
  • elaborazione e sperimentazione della proposta nazionale della forma di espressione supplementare dell'etichetta nutrizionale;
  • organizzazione, partecipazione e supporto a tavoli settoriali;
  • attivita' di segretariato del Consiglio Nazionale Ceramico di cui all'articolo 4 della legge 9 luglio 1990, n. 188;
  • attivita' di raccordo con le Camere di commercio Industria artigianato e agricoltura per le funzioni trasferite dagli enti soppressi di cui all'allegato 2 al decreto-legge 31 maggio 2010, n.78;
  • raccordo con la competente Direzione sulle questioni attinenti alla tutela del consumatore e alla normativa tecnica nelle materie d'interesse per settori industriali di riferimento;
  • promozione di azioni ed interventi per la diffusione e valorizzazione dei marchi di qualita' specifici per i comparti dell'industria agro-alimentare e raccordo con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali per la tutela dei prodotti alimentari tipici e a denominazione di origine;
  • rapporti con le altre Amministrazioni, con le Associazioni di categoria per i settori industriali di riferimento;
  • elaborazione, in raccordo con il Mibact e gli Enti territoriali, di una strategia nazionale per il sostegno delle imprese culturali e creative;
  • promozione di interventi a sostegno dell'artigianato artistico;
  • promozione di azioni ed interventi a sostegno dello sviluppo dell'industria creativa - design, entertainment, cultura, multimedia.