Decreto ministeriale 23 dicembre 2011 - Piano preventivo dei costi di funzionamento e manutenzione del registro pubblico delle opposizioni

Il Decreto ministeriale 23 dicembre 2011 approva il Piano preventivo dei costi di funzionamento e manutenzione del registro pubblico delle opposizioni, istituito con decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2010, n. 178. (12A02677) .

Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 17 marzo 2012.

Il decreto fissa le nuove tariffe di accesso al servizio per gli operatori di telemarketing. Il costo dei nuovi “pacchetti di numerazioni” sono stati ridotti del 50% e, in alcuni casi, fino al 73% per coloro che acquistano i pacchetti maggiori. L’abbassamento delle tariffe è stato possibile grazie all’ingente utilizzo del servizio nel corso del primo anno di attività da parte degli operatori di telemarketing.

Il Piano preventivo dei costi comprensivo delle tariffe per il 2012 è stato inviato dalla Fondazione Ugo Bordoni, Gestore del sistema, al Ministero dello Sviluppo Economico, ai sensi dell’art. 6 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 178/2010, istitutivo del Registro. Le nuove tariffe saranno valide fino al 31 dicembre 2012, salvo eventuali revisioni che sarebbero comunque applicate alla sottoscrizione dei nuovi pacchetti e non su quelli precedentemente acquistati.

L’attuale normativa sul telemarketing obbliga gli operatori che utilizzano come fonte dei propri contatti gli elenchi telefonici pubblici di inviare preventivamente al Gestore del Registro le liste delle numerazioni che intendono contattare a fini pubblicitari e commerciali. In seguito le liste aggiornate dal Gestore - ovvero private dalle utenze telefoniche dei cittadini “abbonati” che hanno espresso il diritto di opposizione alle chiamate di telemarketing – vengono messe a disposizione degli operatori entro 24 ore dalla richiesta e hanno validità di 15 giorni.

Per accedere ai servizi del Registro, dunque, gli operatori devono presentare istanza al Gestore e acquistare contestualmente alla registrazione il “pacchetto di numerazioni” più adatto alle proprie esigenze. Il credito acquisito  può essere consumato in un’unica verifica o in più verifiche fino al suo esaurimento. Eventuali crediti residui dei pacchetti di numerazioni acquistati prima dell’entrata in vigore del nuovo Piano tariffario, non danno diritto all’aggiornamento con le attuali tariffe né a rimborsi da parte del Gestore.



Questa pagina ti è stata utile?

NO