Sottosegretario Geraci: conclusa la missione nel Regno Unito

Martedì, 20 Novembre 2018

Momento utile anche per fare il punto della situazione con le istituzioni italiane a Londra, Ambasciata e Agenzia ICE

il sottosegretario Michele Geraci 

Si è svolta dal 13 al 15 novembre la missione del Sottosegretario allo Sviluppo Economico Michele Geraci nel Regno Unito, recatosi a Londra in un momento delicatissimo del dossier Brexit per la Gran Bretagna.

Obiettivi della missione erano molteplici: avere un riscontro diretto dal Governo inglese sull’andamento della Brexit; tastare il polso della piazza finanziaria londinese e degli investitori internazionali sull’Italia come Paese possibile meta di investimenti; sentire l’umore delle nostre imprese e dei connazionali; dialogare con think-tanks e accademie, per spiegare più in dettaglio la filosofia della manovra del Governo italiano per rilanciare commercio e investimenti, in un quadro di stretto controllo della finanza pubblica.

Nell’incontro con il Sottosegretario UK competente per Brexit, Robin C. Walker, Geraci ha ricordato come il Governo italiano guardi con grande attenzione all’evoluzione dei negoziati tra Commissione UE e UK su Brexit, anche tenuto conto dell’elevatissimo livello di interscambio tra Italia e Gran Bretagna (circa 40 miliardi di euro, di cui 27 di export italiano e 12 di export inglese), e dell’elevato numero di connazionali residenti nel Regno Unito (700mila, tra registrati e non).

Il Sottosegretario è inoltre intervenuto alla conferenza annuale organizzata dal colosso bancario UBS, spiegando ad operatori di settore provenienti dalle principali piazze finanziarie del mondo le ragioni dell’attuale manovra del Governo italiano, volta ad un deciso stimolo alla crescita del PIL italiano, con un’attenzione particolare alle PMI e all’economia digitale e rassicurando gli investitori internazionali sia sulla solidità della posizione italiana in quanto unico paese con surplus primario da quasi 25 anni, sia sulla flessibilità della nostra manovra nel caso non si raggiungano gli obiettivi di crescita attesi. Curiosità per il Reddito di Cittadinanza mostrata dai conferenzieri: il Sottosegretario ha insistito come anche il Reddito di cittadinanza deve essere considerato non come una spesa corrente di tipo assistenzialistico, bensì come un investimento nel capitale umano dei nostri giovani, risorsa fondamentale dell’Italia, con un potenziale insito di moltiplicatore del PIL.

Il Sottosegretario Michele Geraci ha anche tenuto incontri con rappresentanti di Global Policy Institute, Chatam House, King’s College ed è intervenuto a un panel discussion alla London Business School partecipando a un dialogo/confronto molto interattivo con studenti e ricercatori. Sul fronte dello stimolo alla crescita e all’occupazione, il Sottosegretario ha raccolto alcuni suggerimenti in merito alla sua personale proposta sulla possibilità di lanciare un ‘erasmus’ per le start-up italiane, un modo per aiutare le nascenti PMI italiane nella fase di maggior bisogno, favorendo così il processo di internazionalizzazione delle nostre PMI e innescando dei meccanismi di cooperazione tra incubatori e acceleratori italiani e stranieri.

La missione è servita inoltre a fare il punto della situazione con le istituzioni italiane a Londra, Ambasciata e Agenzia ICE, che rappresentano un punto di riferimento fondamentale per i cittadini e per le imprese in Gran Bretagna in un momento di incertezza legato all’evoluzione di Brexit. Il Ministero dello Sviluppo Economico continuerà a monitorare l’evolversi della situazione in costante contatto con i nostri funzionari distaccati a Londra.

 

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO