Riunione plenaria di insediamento del CNAC per il biennio 2018-2020

Mercoledì, 14 Novembre 2018

Si è insediato ieri il Consiglio Nazionale Anticontraffazione per il biennio 2018-2020, sotto la Presidenza del Vice Ministro Dario Galli, su delega del Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio.

Proseguendo lungo il percorso tracciato nello scorso biennio, il CNAC, con una compagine rinnovata, punta ad esercitare il proprio ruolo di cabina di regia delle politiche per la lotta alla contraffazione al fine di ottenere, in un orizzonte di medio termine, risultati concreti e tangibili nelle azioni di prevenzione e di contrasto.

Il Presidente, sottolineando l’importanza del lavoro coordinato e sinergico che mette a fattor comune le competenze, le conoscenze e le esperienze peculiari di ogni componente del Consiglio, ha delineato le sfide verso cui il CNAC indirizzerà le azioni future: la contraffazione online, per rendere il web un ambiente d’acquisto sempre più sicuro per consumatori e imprese; la revisione della legislazione penale sulla contraffazione, al fine di addivenire ad una maggior efficacia dell’apparato normativo, favorendo la definizione di un contesto più favorevole all’operatività delle Forze dell’Ordine impegnate nel contrasto; il rafforzamento dei presidi territoriali, rinnovando l’alleanza tra le Amministrazioni centrali, i Prefetti ed i Sindaci per un’azione capillare in tutti i contesti locali; la tutela dei marchi e delle indicazioni geografiche sui mercati esteri, a supporto degli imprenditori, i cui asset intangibili devono essere tutelati a livello internazionale; la sensibilizzazione sui danni all’economia e alla società derivanti dal consumo di prodotti falsi, con particolare attenzione alle giovani generazioni presso cui si intende promuovere, nel corrente anno scolastico, un programma di formazione unitario.

“Il Consiglio Nazionale Anticontraffazione che si è insediato oggi, – ha dichiarato ieri il Vice Ministro Dario Galligrazie all’alleanza che vi si realizza, tra Amministrazioni Centrali, Forze dell’Ordine e forze produttive, muoverà tutte le leve necessarie per dare una risposta ai nostri imprenditori che vedono la propria originalità e la propria innovazione minacciate da un reato, la contraffazione, che intendiamo contrastare con ogni mezzo, a tutela delle produzioni italiane creative e di qualità”.



Questa pagina ti è stata utile?

NO