Verbale di riunione - Finix (2 marzo 2020)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: FUJITSU TECHNOLOGY SOLUTIONS S.p.A.
Settore: Prodotti e soluzioni per l’information technology
Numero dipendenti: 140 (sedi: Roma e Milano)
Data: 2 marzo 2020

In data 2 marzo 2020 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuto l’incontro riguardante la società FINIX TECHNOLOGY SOLUTIONS S.p.A.
L’incontro è stato presieduto dalla dott.ssa Paola Capone della Struttura per le Crisi di Impresa del Ministero dello Sviluppo Economico. Per la Regione Lazio hanno partecipato l’avv. Giulia Sforza, dell’Assessorato al Lavoro, la dott.ssa Francesca Rosati, dell’Assessorato allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive. Per la società FINIX hanno partecipato il dott. Luca Fumagalli, del CDA, il dott. Alessandro Magrini, Responsabile del Personale e la dott.ssa Daniela Stramezza, collegati telefonicamente dalla sede aziendale di Milano.
Hanno partecipato CGIL, FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL, FISMIC CONFSAL, nazionali e territoriali, unitamente alle RSU, collegati in parte da Milano ed in parte dal Ministero dello Sviluppo Economico

La dott.ssa Paola Capone ha sottolineato che questo incontro è stato convocato a seguito dell’avvio della procedura di licenziamento collettivo da parte dell’azienda che ha interessato parte del personale impiegato sia nella sede di Milano che in quella di Roma. Ha chiesto all’azienda di voler fornire ogni chiarimento sulla procedura in questione unitamente all’ipotesi di accordo con le OOSS di cui è stata informata nei precedenti giorni. Ha richiesto altresì di voler rappresentare le strategie industriali che l’azienda intende adottare e gli effetti che avrà sul livello occupazionale giacché nel precedente incontro la Società aveva chiaramente palesato la volontà di un rilancio industriale.
La dott.ssa Capone ha riferito che la Regione Lombardia non ha potuto partecipare all’incontro per le temporanee disposizioni del DPCM 01 marzo 2020 e regionali tese a gestire l’emergenza coronavirus.

Per Finix ha preso la parola il dott. Alessandro Magrini il quale ha fatto sapere che lo scorso venerdì 28 febbraio l’Assemblea dei Soci ha deliberato la risoluzione anticipata del mandato da Amministratore Delegato dell’Ing. Roggero conferendo consequenzialmente l’incarico al dott. Danilo Rivalta. Vista la recentissima nomina al momento l’azienda non è in grado di fornire un piano delle strategie industriali.

Le OO.SS. sindacali in modo unanime hanno manifestato una forte preoccupazione per la tenuta dell’azienda che da mesi ha dato segno di una forte instabilità come è dimostrato da diverse decisioni improvvise e non concertate compresa l’avvio della procedura di licenziamento collettivo. Hanno palesato la volontà di continuare il confronto con l’azienda per la gestione dell’esubero ma alla sola condizione che il nuovo AD palesi velocemente, possibilmente entro le prossime 24/48 ore, le strategie industriali ed occupazionali o quantomeno la volontà di dare seguito all’obiettivo del rilancio aziendale quale presupposto imprescindibile dell’ipotesi di accordo che in questi giorni si stava raggiungendo tra sindacati e società. In mancanza di questa risposta o addirittura in presenza di un cambio di strategia industriale la procedura di licenziamento collettivo deve essere ritirata per avvenire ad un nuovo confronto costruttivo. Hanno altresì’ richiesto che il tavolo ministeriale prosegua fino al momento in cui non verranno messi in sicurezza tutti i lavoratori.
Per la Regione Lazio sono intervenute l’avv. Giulia Sforza e la dott.ssa Rosati le quali, dopo aver manifestato il consenso rispetto alla posizione delle OO.SS., hanno richiesto a Finix di voler informare la Regione del numero degli esuberi presenti presso la sede di Roma non emergendo tale dato in modo chiaro dalla comunicazione di cui all’art. 4 della Legge 223/91.
La dott.ssa Capone, dopo una consultazione per le vie brevi con i rappresentati della Regione Lombardia, ha fatto sapere che la Regione ha posto la massima attenzione per la vicenda “Finix” e che si è resa disponibile a valutare la possibilità di mettere in campo gli strumenti di propria competenza a seconda dei diversi scenari industriali. A tal fine sarà fondamentale e imprescindibile conoscere le precise strategie aziendali.

La dott.ssa Paola Capone ha innanzitutto palesato perplessità per la comunicazione non tempestiva del cambio di AD altresì per l’assenza di una indicazione da parte del nuovo AD in ordine all’incontro odierno. La collaborazione dell’azienda con le OOSS e le Istituzioni, soprattutto in questa fase, è fondamentale per cercare di trovare una soluzione alla problematica occupazionale. Ha accolto la richiesta delle OO.SS. e della Regione chiedendo formalmente a Finix di voler fornire entro le prossime 24 ore una indicazione chiara ed univoca sulle future strategie industriali o, qualora non fosse possibile a breve, di voler almeno stabilire se abbia intenzione di proseguire il progetto di rilancio industriale e quindi di dare seguito alle trattative con le OO.SS. per il raggiungimento di un accordo per la gestione dell’esubero. Nel caso negativo è auspicabile che Finix ritiri immediatamente la procedura di licenziamento collettivo avviando un contestuale confronto con sindacato ed Istituzioni teso alla individuazione di soluzioni che garantiscano la continuità aziendale e occupazionale. Il MISE ha chiesto un aggiornamento all’azienda per le vie brevi e si è reso disponibile a riconvocare un tavolo di aggiornamento alla presenza del nuovo Amministratore Delegato.



Questa pagina ti è stata utile?

NO