Ericsson: al Mise ripreso il confronto tra azienda e sindacati

Giovedì, 28 Dicembre 2017

“La ristrutturazione che interessa la multinazionale delle TLC può essere gestita solo con il confronto tra le parti”. Così il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda nel corso dell’incontro odierno al Mise.

Il Ministro Calenda ha incontrato oggi al Mise una delegazione di Ericsson guidata dall’AD dott. Rigoni ed i rappresentanti generali delle organizzazioni sindacali di categoria Fistel CISL, FLC CGIL, UIlcom Uil e UGL Telecomunicazioni.
Nel corso dell’incontro è stato illustrato il piano di riorganizzazione delle attività italiane della multinazionale svedese che opera nel settore dei prodotti e dei servizi per le TLC. Si tratta di un piano complesso che prevede, oltre ad esuberi strutturali, anche riorganizzazioni societarie ed esternalizzazioni.

Il Ministro Calenda, nell’esprimere preoccupazione per le conseguenze occupazionali del piano, ha sollecitato le parti ad avviare da subito il confronto di merito, per ricercare soluzioni che evitino licenziamenti, individuando nuove opportunità professionali utilizzando, se necessario, anche gli ammortizzatori sociali disponibili.

“Il mondo delle TLC è attraversato in tutto il mondo da grandi processi di trasformazione; noi dobbiamo evitare che questo porti alla dispersione del patrimonio di professionalità presente in Italia. E’ un problema che deve interessare tutti; anche chi entra per la prima volta nel nostro mercato” ha concluso il Ministro.

Come richiesto dal Ministro Calenda, le parti si incontreranno già dalle prossime ore per avviare il confronto di merito e trovare rapidamente un accordo per la gestione del difficile processo di riorganizzazione illustrato oggi da Ericsson.



Questa pagina ti è stata utile?

NO