Viceministro Teresa Bellanova - Biografia

Foto del ViceministroTeresa BellanovaTeresa Bellanova è nata a Ceglie Messapica il 17 agosto 1958.

 

Sindacalista nelle organizzazioni dei braccianti, poco più che ventenne diviene coordinatrice regionale delle donne Federbraccianti. Sempre giovanissima intraprende la lotta contro il caporalato. Dalla collina brindisina al sud-est barese, in Salento, nei territori di Casarano e Tricase, il suo impegno è volto a contrastare quella che per anni è stata una durissima piaga del territorio pugliese.

Nel 1988 è eletta Segretaria Generale Provinciale della Flai Cgil (Federazione Lavoratori AgroIndustria). Il suo impegno nel Salento continua, seguendo le vertenze legate al settore del tessile, con particolare attenzione alle realtà di Casarano e Tricase.

Nel 1996 è Segretaria Generale Provinciale della Filtea Cgil (Federazione Italiana Tessile Abbigliamento Calzaturiero), incarico che ricopre fino al 2000, quando entra a far parte della Segreteria Nazionale Filtea con delega alle politiche per il Mezzogiorno, politiche industriali, mercato del lavoro, contoterzismo e formazione professionale. E' stata, inoltre, Responsabile del Coordinamento Marzotto – Valentino.

Nel 2005 è stata eletta componente del Comitato Politico Nazionale dei Democratici di Sinistra.

Il 22 aprile 2006 è eletta alla Camera dei Deputati nella Lista dell'Ulivo in Puglia; dal 6 giugno 2006 è componente della XI Commissione Lavoro, in qualità di vice Capogruppo dell'Ulivo e della XIII Commissione Agricoltura.
Nell'Aprile 2007 è eletta nella Segreteria Regionale Puglia dei Democratici di Sinistra.

Il 22 aprile 2008 è eletta alla Camera dei Deputati nella Lista del PD e sceglie di continuare a svolgere il lavoro parlamentare all'interno della XI Commissione Lavoro. Dal 24 giugno 2008 è componente del Comitato Parlamentare per i Procedimenti di Accusa e dal 3 febbraio 2012 è componente della Commissione Parlamentare per le Questioni Regionali.  A nome della Commissione Lavoro nel 2010 presenta, insieme al Presidente della Camera, il documento conclusivo dell'indagine conoscitiva da lei proposta su "Taluni fenomeni distorsivi del mercato del lavoro" (lavoro nero, caporalato e sfruttamento della manodopera straniera), approvato dalla Commissione Lavoro.

Per il Gruppo del Partito Democratico nel 2012 relaziona sulla reintroduzione della Legge per le dimissioni in bianco e pronuncia la dichiarazione finale di voto alla Camera sulla Legge di riforma del lavoro.

Nel dicembre 2012 si candida alle elezioni primarie per la scelta dei parlamentari pugliesi e in provincia di Lecce è prima. Su dodici candidati, con 5218 preferenze.
Nel 2013 è eletta alla Camera dei Deputati.
Nell'aprile 2013 è eletta componente dell'Ufficio di Presidenza del Gruppo PD alla Camera dei Deputati con delega per i dipartimenti del lavoro, welfare, politiche sociali, cultura e agricoltura. Incarico che ha ricoperto sino al 28 febbraio 2014, quando le viene conferito l'incarico di Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali.

Dal 29 gennaio 2016 è Viceministro al Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

 

 

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO