Compiti del Comitato per la sicurezza delle operazioni a mare

In attuazione di quanto prescritto dalla direttiva 2013/30/UE, il Comitato per la sicurezza delle operazioni a mare è responsabile di:

  • funzioni di regolamentazione, quali la valutazione e accettazione delle relazioni sui grandi rischi, la valutazione delle comunicazioni di nuovo progetto e di operazioni di pozzo o combinate e altri documenti di questo tipo ad esso sottoposti;
  • vigilanza sul rispetto da parte degli operatori, anche mediante ispezioni, indagini e misure di esecuzione; di consulenza ad altre autorità o organismi, compresa l'autorità preposta al rilascio delle licenze; di elaborazione di piani annuali;
  • elaborazione di relazioni; cooperazione con le autorità competenti o con i punti di contatto degli Stati membri.


Al Comitato viene affidato principalmente il compito di definire ed attuare processi e procedure per la valutazione approfondita delle relazioni sui grandi rischi e di tutta la specifica documentazione richiesta agli operatori del settore, nonché di far rispettare le norme introdotte dal decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 145, anche mediante ispezioni, indagini e azioni di esecuzione.

 

Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2017


Questa pagina ti è stata utile?

NO