Operazioni a premio


L'operazione a premio è un'iniziativa, avente fini anche in parte commerciali, diretta a favorire, nel territorio dello Stato italiano e attraverso la promessa di premi, la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi oppure la vendita di prodotti o servizi.
I premi messi in palio consistono in beni (compresi beni immobili), servizi, sconti di prezzo. Non possono essere ricompresi tra i premi il denaro, i titoli di prestito pubblici e privati, i titoli azionari, le quote di capitale societario e dei fondi comuni di investimento, le polizze di assicurazione sulla vita.

L'operazione a premio si configura

  • Qualora si offrano premi a tutti coloro che acquistano o vendono un determinato bene o servizio oppure un determinato quantitativo di beni o di servizi
  • I premi possono essere assegnati anche a soggetti diversi da coloro che acquistano il bene o servizio promozionato
  • I premi sono consegnati agli aventi diritto entro il termine di sei mesi dalla data di richiesta degli stessi.

 

Chi (Soggetti promotori)

L'operazione a premio può essere svolta solo da imprese produttrici o commerciali fornitrici o distributrici dei beni o dei servizi al fine di promozionare i propri beni o servizi.
Le imprese possono anche essere straniere, senza sede stabile in Italia ma, in tal caso, devono avvalersi di un rappresentante fiscale residente nel territorio dello Stato, nominato con le modalità e gli effetti di cui all'art. 17 del DPR 26 /10/1972, n. 633 e successive modificazioni.
L'operazione a premio può svolgersi anche in associazione tra più imprese ove ciascuna promozioni con la medesima iniziativa i propri beni o servizi.

 

Come fare per... Operazione a premio: l' avvio, lo svolgimento, la premiazione e il termine

  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del Regolamento dell'operazione a premio

Rappresenta il documento da predisporre prima dell'avvio dell'operazione a premio e deve indicare soggetti promotori, durata, ambito territoriale, modalità di svolgimento, natura, valore indicativo dei premi messi in palio, termine della consegna. La dichiarazione va redatta su modello di dichiarazione sostitutiva di atto notorio a firma autenticata da parte del legale rappresentante del promotore e deve essere conservata presso la sede del promotore fino al compimento di un anno dalla data di conclusione dell'operazione. Soltanto se richiesta dal Ministero va trasmessa.

  • Documento originale di cauzione prestata a garanzia dei premi promessi (modello OP/1)

La cauzione è pari al 20% del valore complessivo del montepremi, determinato ai fini dell'imposta sul valore aggiunto o dell'imposta sostitutiva, ma al netto della relativa imposta. Il beneficiario è il Ministero dello sviluppo economico ed ha scadenza non inferiore ad un anno dalla conclusione dell'operazione a premio. La cauzione è prestata mediante deposito in denaro o in titoli di Stato presso la Tesoreria provinciale dello Stato o mediante fidejussione bancaria o assicurativa.
La cauzione è svincolata una volta che il Ministero abbia ricevuto la dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativa alla consegna dei premi.

  • Al termine dell'operazione l'impresa deve trasmettere al Ministero una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, con firma autenticata del legale rappresentante, a mezzo della quale si dichiari che l'operazione a premio si è conclusa regolarmente e che tutti i premi sono stati consegnati agli aventi diritto entro i termini. Alla dichiarazione va allegata la copia di un valido documento di identità del sottoscrittore. Per le operazioni a premio iniziate dal 25 gennaio 2011 l'impresa deve accedere al servizio telematico e cercare il modello OP/1, a mezzo del quale aveva trasmesso la cauzione, accedendo poi alla modalità "in modifica" per allegare la dichiarazione firmata digitalmente. Per le operazioni a premio iniziate invece prima del 25 gennaio 2011 occorre trasmettere la dichiarazione allegando fotocopia di un valido documento di identità del sottoscrittore da inviare tramite posta elettronica, con firma digitale o con PEC, all'indirizzo: dgmccvnt.div10@pec.mise.gov.it 

 

  • In caso di accertata mancata corresponsione dei premi promessi (d'ufficio o a seguito di denuncia) il Ministero determina, oltre alle sanzioni, l'incameramento totale o parziale della cauzione, pari al 20% del valore dei premi.

L'inoltro può avvenire tramite:

  • Servizio informatico Prema on-line, attivo sul dominio www.impresainungiorno.gov.it
  • Il servizio Prema on-line è l'unico canale di trasmissione. Tuttavia, se il sistema telematico rilascia informazione secondo cui il servizio Prema on-line è inattivo, l'impresa potrà trasmettere la comunicazione con i relativi allegati mediante posta elettronica con firma digitale all'indirizzo di posta elettronica m.premio@mise.gov.it e a quello dei Monopoli di Stato giochi.concorsiapremio@aams.it. Dovrà poi seguire la trasmissione tramite il portale quando il servizio risulterà in funzione.

Importante

Decorsi 6 mesi dall'entrata in vigore del Decreto interdirigenziale n. 2010/19313/giochi/LTT del 05 luglio 2010, e cioè dal 25 gennaio 2011, il servizio Prema on-line diventa l'unico canale di trasmissione. Tuttavia, se il sistema telematico rilascia informazione secondo cui il servizio Prema on-line è inattivo, l'impresa potrà trasmettere la cauzione firmata digitalmente nonché il foglio contenente la schermata di blocco del servizio mediante posta elettronica con firma digitale.

 

Quando

Il termine massimo di durata di un'operazione a premio è di 5 anni, decorrenti dalla data di inizio (che coincide con il giorno a partire dal quale viene fatta pubblicità all'iniziativa) con termine il giorno in cui viene richiesto il premio.

Il regolamento

Il regolamento contiene l'indicazione dell'impresa promotrice e di quelle associate all'iniziativa, della durata, dell'ambito territoriale, delle modalità di svolgimento della manifestazione, della natura e del valore indicativo dei premi messi in palio, del termine di consegna degli stessi.
L'impresa sceglie attraverso quali canali i destinatari del concorso a premio devono venire a conoscenza dell'iniziativa premiale.

Cosa fare dopo la comunicazione

Al termine dell'operazione l'impresa deve trasmettere al Ministero una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, con firma autenticata del legale rappresentante, a mezzo della quale si dichiari che l'operazione a premio si è conclusa regolarmente e che tutti i premi sono stati consegnati agli aventi diritto entro i termini. Per le operazioni a premio iniziate dal 25 gennaio 2011 l'impresa deve accedere al servizio telematico e cercare il modello OP/1, a mezzo del quale aveva trasmesso la cauzione, accedendo poi alla modalità "in modifica" per allegare la dichiarazione firmata digitalmente. Per le operazioni a premio iniziate invece prima del 25 gennaio 2011 occorre trasmettere la dichiarazione allegando fotocopia di un valido documento di identità del sottoscrittore da inviare tramite posta elettronica, con firma digitale o con PEC, all'indirizzo: dgmccvnt.div10@pec.mise.gov.it 

 

Contatti

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO