Fondo anti-delocalizzazione

Interventi per la conversione e la riqualificazione produttiva e per il contrasto al fenomeno della delocalizzazione in altri paesi

In attuazione della delibera CIPE 28 febbraio 2018, n. 14, con decreto ministeriale 7 maggio 2018 è stato istituito un fondo comune di investimento chiuso destinato a sostenere iniziative atte a contrastare gli effetti economici e sociali legati alla cessazione, da parte di grandi imprese, dell'attività sul territorio nazionale, anche in connessione a scelte di delocalizzazione produttiva in altri paesi e di rilanciare le medesime attività mediante processi di conversione o riqualificazione produttiva.

Al fondo di investimento, denominato “Invitalia Venture III”, affluiscono le risorse individuate dalla richiamata delibera CIPE, pari a 200 milioni di euro.

Il Fondo, gestito da Invitalia Ventures S.p.A. SGR (società interamente partecipata da Invitalia), investe nel capitale delle imprese target unitamente e contestualmente ad investitori privati indipendenti per sostenere progetti di rilancio di attività e di asset di grandi imprese e complessi industriali di grandi dimensioni interessati da crisi finanziarie e produttive, anche in conseguenza di cessazione delle attività e/o di delocalizzazione produttiva in altri paesi, con la finalità di un loro ricollocamento sul mercato e del mantenimento dei livelli occupazionali preesistenti.

 

Normativa

 

Ultimo aggiornamento: 1° ottobre 2018



Questa pagina ti è stata utile?

NO