Bando Horizon 2020 - PON I&C 2014-20

Questa sezione si riferisce al bando a valere su risorse PON “Imprese e competitività” 2014-2020. La voce relativa al precedente bando Horizon 2020 (chiusura sportello 28 ottobre 2014) è consultabile online in una sezione dedicata.

L’intervento del Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020 FESR in favore di progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti tecnologici identificati dal Programma quadro di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 è stato disciplinato con decreto ministeriale 1 giugno 2016.

La dotazione  finanziaria è di 180 milioni di euro, di cui 150 milioni di euro per i progetti di ricerca e sviluppo realizzati nelle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e 30 milioni di euro per i progetti di ricerca e sviluppo realizzati nelle regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) a valere sull’Asse I, Azione 1.1.3. del Programma Operativo Nazionale “Imprese e competitività” 2014-2020 FESR.

Il bando prevede inoltre l’agevolabilità, a condizione che rispettino i requisiti di ammissibilità previsti dal bando stesso, ivi compreso l’avvio del progetto dopo la presentazione della domanda nei termini previsti bando medesimo, dei cosiddetti “Progetti Seal of excellence”, cioè dei progetti di ricerca e sviluppo presentati nella fase 2 del Programma Strumento PMI “Orizzonte 2020”, a cui è stato riconosciuto, nell’ambito dell’iniziativa pilota della Commissione europea “Seal of excellence”, un sigillo di eccellenza che attesta la valutazione positiva ottenuta dal progetto, ma che non sono stati finanziati per mancanza di un’adeguata copertura finanziaria.

Con decreto ministeriale 8 novembre 2016 le risorse finanziarie sono state incrementate per le regioni "meno sviluppate" per un importo pari a 140 milioni di euro a valere sulle disponibilità del Fondo per la crescita sostenibile e del Programma nazionale complementare di azione e coesione "Imprese e competitività" 2014-2020 ("POC IC"). 

Con decreto ministeriale 24 maggio 2017 le risorse finanziarie sono state modificate ed integrate.


Termini e modalità di presentazione delle domande

Con decreto direttoriale 4 agosto 2016, modificato dal decreto direttoriale 14 settembre 2016,  sono definiti il termine di apertura e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazioni, le condizioni, i punteggi massimi e le soglie minime per la valutazione delle stesse, nonché le modalità di presentazione delle domande di erogazione, i criteri per la determinazione e la rendicontazione dei costi ammissibili e ulteriori elementi utili a definire la corretta attuazione dell’intervento agevolativo.

La domanda di agevolazioni e la documentazione devono essere redatte e presentate in via esclusivamente telematica dalle ore 10.00 alle ore 19.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 17 ottobre 2016, pena l’invalidità e l’irricevibilità, utilizzando la procedura disponibile nel sito internet del Soggetto gestore per la richiesta delle agevolazioni a valere sul bando Progetti di R&S negli ambiti tecnologici di Horizon 2020 – Bando PON I&C 2014-2020.

Le attività inerenti alla predisposizione della domanda di agevolazioni e della documentazione da allegare alla stessa possono essere svolte dai soggetti proponenti anche prima dell’apertura del termine di presentazione delle domande . A tal fine la procedura di compilazione guidata è stata resa disponibile nel sito internet del Soggetto gestore a partire dal 3 ottobre 2016.

Con decreto direttoriale 17 ottobre 2016, in considerazione dei problemi tecnici verificatisi nel primo giorno di presentazione delle domande tramite la procedura telematica, è stata disposta la proroga della chiusura del predetto primo giorno di presentazione al 18 ottobre 2016. Conseguentemente, le domande presentate dalle ore 10.00 alle ore 19.00 dei giorni 17 e 18 ottobre 2016 si intendono come presentate nello stesso giorno.

Con decreto direttoriale 18 ottobre 2016 è disposta, a partire dalle ore 19.00 del 18 ottobre 2016, la sospensione dei termini di presentazione delle domande di agevolazioni.


Graduatorie

Il decreto direttoriale  24 ottobre 2016  ha definito la graduatoria delle domande per l’ammissione all'istruttoria.

Con decreto direttoriale 22 dicembre 2016, a seguito delle segnalazioni pervenute dalle imprese interessate di errori formali dalle stesse commesse nella digitazione dei dati di bilancio, è stata definita una nuova graduatoria, che annulla e sostituisce quella formata con decreto 24 ottobre 2016. In base a tale graduatoria e tenuto conto delle risorse rese disponibili dal decreto 1° giugno 2016, così come integrate con decreto 8 novembre 2016 (ulteriori 140 milioni di euro per le regioni meno sviluppate), si procede all’ammissione all’istruttoria delle domande pervenute secondo l’ordine decrescente del relativo punteggio, prevedendo un opportuno overbooking, stimato in base alle risultanze istruttorie degli analoghi bandi a valere sul Fondo per la crescita sostenibile. Naturalmente l’ammissione all’istruttoria non garantisce l’agevolabilità. Infatti, a parte l’esito istruttorio, i progetti saranno agevolati nei limiti delle risorse finanziarie disponibili.

Ciascuna impresa può rilevare lo “stato” della propria domanda accedendo al sito del Soggetto gestore con le credenziali ricevute. Le domande ammesse in istruttoria sono identificate da uno stato differente da “spedita”.


Normativa e allegati

Decreto direttoriale 4 agosto 2016 (versione aggiornata, coordinata con modifiche apportate dal decreto direttoriale 14 settembre 2016)

Allegati

Indicazioni in merito alle condizioni di ammissibilità ed alle attività istruttorie conseguenti a variazioni soggettive per operazioni societarie o cessioni, a qualsiasi titolo, dell’attività di ricerca e sviluppo agevolata - Nota del 13 settembre 2016Nota del 13 luglio 2015


Dichiarazione sostitutiva atto notorio
Format di DSAN da compilare, firmare digitalmente e inviare tramite pec al Soggetto gestore, solo ed esclusivamente dopo aver ricevuto una specifica richiesta da parte di quest’ultimo.


Misura e modalità di versamento del contributo per l’accesso allo strumento di garanzia

Decreto direttoriale 27 febbraio 2017


Informazioni

Eventuali quesiti possono essere inviati all'indirizzo mail: rs-horizon2020@mise.gov.it 

Alle richieste di chiarimenti pervenute viene fornita una risposta attraverso le FAQ.
Non verranno date risposte a quesiti relativi a casi specifici ma solo a quelli aventi carattere generale relativi all'interpretazione delle disposizioni attuative.

FAQ - Risposte alle domande frequenti

 


 

 

Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2017

  




Questa pagina ti è stata utile?

NO