Regime di aiuto per gli investimenti produttivi innovativi

Il Regime di aiuto per gli investimenti produttivi innovativi a favore delle PMI è indirizzato alle aree tecnologiche prioritarie dei “Progetti di Innovazione Industriale” e agli interventi ad essi collegati, con la finalità di favorire:

  • Lo sviluppo di piccole imprese di nuova costituzione
  • L'industrializzazione dei risultati di programmi qualificati di ricerca o di sviluppo sperimentale
  • La realizzazione di programmi di investimento volti al risparmio energetico e/o alla riduzione degli impatti ambientali
  • Il perseguimento di specifici obiettivi di innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale individuati dal Ministro dello sviluppo economico con apposito decreto.

Il regime di aiuto agevola anche la realizzazione degli investimenti produttivi, previsti dai Programmi finanziati con Fondi strutturali comunitari PON “Ricerca e Competitività” e POI “Energie rinnovabili e risparmio energetico” nelle 4 Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), riguardanti iniziative ad alto contenuto di innovazione, produzione di componentistica in materia di energie rinnovabile e risparmio energetico, nonché iniziative innovative di filiera per le biomasse.

Riferimenti normativi

Il regime di aiuto per gli investimenti produttivi è stato introdotto dall'art. 1, comma 845 della Legge 27 dicembre 2006, n. 296.

L'articolo disciplina i criteri, le condizioni e le modalità di concessione di agevolazioni per la realizzazione di investimenti riguardanti le aree tecnologiche individuate dal comma 842 del medesimo articolo e successivi e ulteriori interventi. 

Con tale normativa sono attivati interventi destinati al sostegno degli investimenti produttivi innovativi con particolare riguardo alla industrializzazione dei risultati di programmi qualificati di ricerca o di sviluppo sperimentale, ai programmi di investimento volti al risparmio energetico e/o alla riduzione dell’impatto ambientale delle unità produttive interessate e a strumenti diretti a perseguire specifici obiettivi di innovazione, di miglioramento competitivo e di tutela ambientale.

Soggetti beneficiari

Pubblicato elenco soggetti beneficiari

Sulla base dei criteri indicati dalla Normativa comunitaria, sono riportati di seguito i parametri per le imprese di piccola, media o grande dimensione.

Dimensione Impresa    Criterio occupazionale    Criterio finanziario

 N. Occupati (ULA)    Fatturato Annuo (Meuro)    Totale di Bilancio (Meuro)

MICRO    < 10    ≤ 2    ≤ 2
PICCOLA    ≥ 10  e  < 50    > 2  e  ≤ 10    > 2  e  ≤ 10
MEDIA    ≥ 50  e  < 250    > 10  e  ≤ 50    > 10  e  ≤ 43

GRANDE    ≥ 250    > 50    > 43

I programmi possono essere realizzati:

  • Da grandi, medie e piccole imprese nelle aree di cui all’art. 87.3.a e c del Trattato CE
  • Unicamente da medie e piccole imprese in aree diverse da quelle di cui all’ art. 87.3. a e c.

I programmi ammissibili sono quelli riconducibili alle seguenti tipologie di investimento:

  •  Realizzazione di nuove unità produttive
  • Ampliamento di unità produttive esistenti
  • Diversificazione della produzione di un’unità produttiva in nuovi prodotti aggiuntivi
  • Cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di un’unità produttiva esistente.  

Attività pertinenti 

I programmi riguardano le seguenti attività:

  • Sezione C (attività manifatturiere) della classificazione delle attività economiche ISTAT 2007
  • Con limitazioni, produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore di cui alla sezione D (fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata) della predetta classificazione ISTAT
  • Specifiche attività di servizi (magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti, con esclusione dei mezzi di trasporto, telecomunicazioni e, con restrizioni, le seguenti attività: informatica e attività connesse; ricerca scientifica e sviluppo; attività professionali, scientifiche e tecniche; fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento.

 Sono applicabili i divieti e le limitazioni settoriali derivanti da disposizioni comunitarie. 

Per approfondimenti consultare il dossier "Incentivi produttivi in innovazione, energia e ricerca".

Home page CILEA                                          Home page




Questa pagina ti è stata utile?

NO