Partecipazione aggiuntiva del Fondo di Venture Capital

Partecipazione aggiuntiva del Fondo di Venture Capital al capitale di imprese extra UE già partecipate ai sensi della Legge 100/90

Finalità:
Il sostegno pubblico è volto ad affiancare l’impresa italiana nel processo di internazionalizzazione della propria attività favorendone l’ingresso in mercati di aree geografiche di interesse strategico attraverso la partecipazione del Fondo di Venture Capital aggiuntiva a quella ai sensi della Legge 100/90 al capitale sociale dell’impresa estera.

La partecipazione pubblica complessiva non dovrà comunque superare il limite del 49% del capitale sociale dell’impresa estera né superare la quota del partner italiano.

Le aree geografiche ritenute strategiche per l’internazionalizzazione del sistema produttivo italiano sono: Cina, Balcani, Africa e Medio Oriente, Russia e Paesi Caucasici, India e Paesi de Sud Est asiatico colpiti dallo tsunami, America Centrale e Meridionale.

L’intervento ha la durata massima di 8 anni (e comunque non superiore a quella della partecipazione ai sensi della Legge 100/90) al termine dei quali la società partner si impegna al riacquisto.

Le condizioni dell’intervento e le modalità del riacquisto sono stabiliti contrattualmente tra le parti.
La partecipazione del Fondo di Venture Capital non richiede garanzie.

Per le modalità dell’intervento: www.simest.it




Questa pagina ti è stata utile?

NO