Etichettatura alimentare

Regolamento europeo 

Il Regolamento (UE) n. 1169/2011, del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, pubblicato in data 22 novembre 2011 ed entrato in vigore il 13 dicembre 2011, ha trovato applicazione a decorrere dal 13 dicembre 2014 per le disposizioni in materia di etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti, e dal 13 dicembre 2016 per quanto riguarda le disposizioni sull'etichettatura nutrizionale.

A seguito del riordino della normativa dell’Unione  in materia di etichettatura perdono efficacia la maggior parte delle disposizioni nazionali contenute nella norma quadro, il Decreto legislativo n. 109 del 27 gennaio1992, in quanto ai sensi dell’articolo 38 del Regolamento gli Stati membri non possono adottare né mantenere disposizioni nazionali nella materie espressamente armonizzate dal regolamento, salvo se il diritto dell’Unione lo autorizza.

Dello stesso Decreto legislativo n. 109/1992 possono invece essere mantenute e aggiornate, previa notifica alla Commissione europea, le disposizioni non armonizzate dal Regolamento o che rientrano nelle materie la cui disciplina è stata espressamente demandata agli Stati membri (es: art.15, paragrafo 2, e art.44 del Regolamento).
Per quello che attiene invece l’impianto sanzionatorio, è in corso di emanazione il Decreto legislativo relativo alle disposizioni nazionali sanzionatorie per la violazione delle prescrizioni contenute nel regolamento (UE) n. 1169/2011.

Normativa

  • Regolamento (UE) n. 1169/2011 del 25 ottobre 2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, che modifica i regolamenti (CE) n. 1924/2006 e (CE) n. 1925/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio e abroga la direttiva 87/250/CEE della Commissione, la direttiva 90/496/CEE del Consiglio, la direttiva 1999/10/CE della Commissione, la direttiva 2000/13/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, le direttive 2002/67/CE e 2008/5/CE della Commissione e il regolamento (CE) n. 608/2004 della Commissione.
    • Q&A I parte – pubblicate dalla DG Sanco in data 31 gennaio 2013.
    • Questioni relative alla vendita a distanza (art. 14) – Documento di lavoro informativo, privo di valore giuridico ai fini della decisione finale della Commissione.
    • Q&A II parte – pubblicate dalla DG Sanco in data 13 dicembre 2016  (versione in lingua italiana presto disponibile). I quesiti attengono in parte alla dichiarazione nutrizionale. La Commissione sta provvedendo a predisporre un documento consolidato con le Q&A parte I.
  • Circolare 24 febbraio 2017 - Disposizioni applicative del decreto interministeriale 9 dicembre 2016 (G.U. n 15 del 19-01-2017) concernente l’indicazione dell’origine in etichetta della materia prima per il latte e i prodotti lattiero-caseari, in attuazione del regolamento (UE) n. 1169/2011.
  • Circolare 5 dicembre 2016 – Chiarimenti interpretativi forniti dalla Commissione europea riguardo al coordinamento delle disposizioni di cui al decreto legislativo 109/1992 dopo l’applicazione del regolamento (UE) n. 1169/2011.
  • Circolare 16 novembre 2016 - Deroga dichiarazione nutrizionale punto 19 Allegato V regolamento 1169/2011, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 283 del 3 dicembre 2016. A decorrere dal 13 dicembre 2016 si applica l’obbligo di indicazione in etichetta della dichiarazione nutrizionale di cui all’articolo 9, paragrafo 1, lettera l) del regolamento (UE) n. 1169/2011.
    Ai sensi dell’articolo 16 del regolamento per gli alimenti elencati all’allegato V la dichiarazione nutrizionale non è obbligatoria. Il punto 19 dell’allegato V estende tale deroga agli “alimenti, anche confezionati in maniera artigianale, forniti direttamente dal fabbricante di piccole quantità di prodotti al consumatore finale o a strutture locali di vendita al dettaglio che forniscono direttamente al consumatore finale”.
    Con la circolare emanata dal Ministero dello sviluppo economico ed il Ministero della salute in data 15 novembre 2016, si forniscono chiarimenti riguardo alla specifica deroga del punto 19.
  • Circolare 6 marzo 2015 sull'applicabilità delle sanzioni dell’articolo 18 del Decreto Legislativo n. 109/1992 alle violazioni che restano immutate nelle disposizioni del regolamento (UE) n. 1169/2011.

Note informative

Di seguito, le note informative trasmesse agli operatori tramite le Associazioni di categoria.

  • Nota informativa Mise prot. n. 170164 del 30 settembre 2014 sull'art. 8 “Regolamento (UE) 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori – Art. 8 Responsabilità”.
  • Nota informativa n. 139304 del 31 luglio 2014 - La nota informativa riporta le disposizioni del D. Lgs. n. 109/1992 ritenute superate e da abrogare. L’analisi è stata oggetto di successivo approfondimento alla luce delle indicazioni fornite dalla Commissione europea e riportate nella Circolare 5 dicembre 2016, cui si rinvia. Parimenti, l’informativa sullo stato dei lavori interpretativi delle specifiche disposizioni del regolamento richiamate nella nota è superato per alcuni aspetti dalle Q&A II parte pubblicate dalla DG Sanco in
  • Nota Mise prot. n. 0018169 del 28 luglio 2014 dell’Ufficio Legislativo del MiSE agli Uffici Legislativi di MIPAAF e Ministero della Salute sull’applicazione dell’articolo 26 “Paese d’origine e luogo di provenienza” del regolamento (UE) n. 1169/2011.

 

Ultimo aggiornamento: 10 aprile 2017

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO