Gas naturale - Importazione

Il sistema nazionale del gas è alimentato prevalentemente con gas prodotto in Paesi stranieri importato per mezzo di gasdotti internazionali o trasportato via mare in forma liquefatta come GNL e importato tramite terminali di rigassificazione.

Attualmente le infrastrutture di importazione in esercizio sono: il gasdotto TAG con una capacità di trasporto di 107 milioni di metri cubi/giorno; il gasdotto TRANSITGAS da 59 milioni di metri cubi/giorno; il gasdotto TTPC (Trans Tunisian Pipeline Company) da 108 milioni di metri cubi/giorno; il gasdotto GREENSTREAM da 46,7 milioni di metri cubi/giorno; il terminale di rigassificazione di Panigaglia della società GNL Italia con una capacità di rigassificazione di 13 milioni di metri cubi/giorno; il terminale di rigassificazione al largo di Rovigo della società Adriatic LNG da 26,4 milioni di metri cubi/giorno; il terminale di rigassificazione OLT al largo di Livorno in Toscana, della società OLT Offshore LNG Toscana, da 15 milioni di metri cubi/giorno.

E’ in corso di realizzazione il gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) da 24,68 milioni di metri cubi/giorno, interconnector tra Grecia e Italia via Albania.

Sono stati autorizzati il gasdotto IGI Poseidon tra Grecia e Italia, della Società IGI-Poseidon, controllata da Edison e DEPA, da 26,4 milioni di metri cubi/giorno; il terminale di rigassificazione di Porto Empedocle in Sicilia della società Nuove Energie (ENEL) da 26,4 milioni di metri cubi/giorno; il terminale di rigassificazione di Gioia Tauro, in Calabria, della società LNG Medgas Terminal, da 39,6 milioni di metri cubi/giorno; il terminale di rigassificazione di Falconara Marittima nella Marche, della società Api Nova Energia, da 9,8 milioni di metri/giorno.

Sono inoltre in corso i procedimenti per l’autorizzazione del gasdotto GALSI (Galsi S.p.A.) con una capacità di 26,4 milioni di metri cubi/giorno dall’Algeria alla Sardegna, per proseguire fino a Piombino; del terminale di rigassificazione di Zaule (Gas Natural International) da 26,4 milioni di metri cubi/giorno; il Terminale di Monfalcone (Smart Gas S.p.A.), da 2,2 milioni di metri cubi/giorno.

La normativa relativa all’attività di importazione è riportata nell’art. 3 del decreto legislativo 164/2000 come modificato dall’art. 28 del decreto legislativo 1° giugno 2011, n.93, e dalla legge 21 febbraio 2014, n.9 nonché dai D.M. 2 agosto 2011 e D.M. 29 marzo 2012, in materia di stoccaggio strategico.

 

Contatti

Giancamillo Ambrosini
giancamillo.ambrosini@mise.gov.it
Tel. 06 4705 2384

Silvia Camporeale
silvia.camporeale@mise.gov.it
Tel. 06 4705 3375

Ines Monacelli
ines.monacelli@mise.gov.it
Tel. 06 4705 2230

 

 

Allegati

                                                                                                                                                                                                                                                        Ultimo aggiornamento 21 luglio 2017



Questa pagina ti è stata utile?

NO