Gas naturale – Esenzione, allocazione prioritaria

Il decreto legislativo 1° giugno 2011 n. 93, all’articolo 33, comma 1 stabilisce che i soggetti che investono, direttamente o indirettamente nella realizzazione di nuove infrastrutture di interconnessione tra le reti nazionali di trasporto di gas naturale degli altri Stati membri dell'Unione europea e la rete di trasporto italiana, nella realizzazione in Italia di nuovi terminali di rigassificazione di gas naturale liquefatto o di nuovi stoccaggi in sotterraneo di gas naturale, possono richiedere un'esenzione dalla disciplina che prevede il diritto di accesso dei terzi, che comporta l’applicazione delle rispettive tariffe regolamentate.

L'esenzione è accordata per un periodo stabilito caso per caso, comunque non superiore a 25 anni, e per una quota della nuova capacità, stabilita caso per caso, dal Ministero dello sviluppo economico, previo parere dell’AEEGSI.

Lo stesso articolo prevede che nel caso di nuove infrastrutture internazionali di interconnessione con Stati non appartenenti all'Unione europea, ai fini dell'importazione in Italia di gas naturale, si possa richiedere nei corrispondenti punti d'ingresso della rete nazionale dei gasdotti, il diritto di allocazione prioritaria nel conferimento della corrispondente nuova capacità realizzata in Italia.

In applicazione della citata normativa, è stata concessa l’esenzione: il 28.6.2005 al terminale di rigassificazione GNL di Brindisi da 8 miliardi di mc/anno, la cui realizzazione è attualmente sospesa; il 26.11.2004 al terminale di rigassificazione GNL di Porto Viro, Rovigo da 8 miliardi di mc/anno, attualmente in esercizio; il 21.12.2009 al Terminale di rigassificazione GNL Offshore di Livorno da 3,75 miliardi di mc/anno, che ha successivamente rinunciato all’esenzione ed è rientrato in regime regolato il 3.9.2014; il 30.11.2010 al terminale di rigassificazione GNL di Porto Empedocle da 8 miliardi di mc/anno la cui realizzazione è attualmente sospesa; il 21.4.2015 all’Interconnector TAP da 10 miliardi di mc/anno, attualmente in costruzione; il 13.10.2009 all’Interconnector IGI-Poseidon dalla Grecia a Otranto, da 8 miliardi di mc/anno, la cui realizzazione è attualmente sospesa.

Inoltre è stata concesso il 29.10.2010 il diritto di allocazione prioritaria al gasdotto GALSI dall’Algeria alla Sardegna e quindi fino a Piombino in Toscana, da 8 miliardi di mc/anno la cui realizzazione è attualmente sospesa.

Infine è stata avanzata il 24.1.2012 stanza di esenzione, successivamente sospesa il 16.10.2013, per il terminale di rigassificazione GNL di Falconara da 8 miliardi di mc/anno, autorizzato ma non ancora realizzato.

 

Contatti

Giancamillo Ambrosini
giancamillo.ambrosini@mise.gov.it
Tel. 06.4705.2384
Silvia Camporeale
silvia.camporeale@mise.gov.it
Tel. 06.4705.3375

Ines Monacelli
ines.monacelli@mise.gov.it
Tel. 06.4705.2230

 

Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2016



Questa pagina ti è stata utile?

NO