Onde Medie: aperta la procedura per l’assegnazione delle frequenze

 

A seguito di verifiche effettuate si pubblicano gli elenchi aggiornati degli ammessi alla procedura di selezione comparativa per l'assegnazione delle frequenze in onde medie asincrone e sincrone prevista dalla Delibera 3/16/CONS.

Gli elenchi aggiornati annullano e sostituiscono quelli pubblicati precedentemente.

Le società inserite rispetto ai precedenti elenchi sono evidenziate con asterischi.

Si informa che le domande presentate e accolte riportanti siti diversi rispetto a quelli degli elenchi già pubblicati non sono stati oggetto del coordinamento previsto nell'avviso pubblico ma lo saranno soltanto nel caso di aggiudicazione della procedura di selezione comparativa da parte della società richiedente.

Per le frequenze sincrone resta fermo quanto pubblicato precedentemente circa la possibilità di evitare la procedura di selezione comparativa nel caso di uso condiviso della rete tra tutti i richiedenti una medesima frequenza tramite la costruzione di una società anche consortile, da comunicare al Ministero entro il termine del 3 marzo 2017.

Per le frequenze asincrone restano validi bando e termini precedente pubblicati.


 Onde Medie: elenco ammessi alla selezione comparativa per le frequenze sincrone

Pubblicato l’elenco dei soggetti che hanno presentato regolarmente la domanda, secondo l’Avviso pubblico del 4 agosto 2016, e sono pertanto ammessi alla procedura di selezione comparativa per l’assegnazione delle frequenze sincrone.
Si fa presente che le 11 reti sincronizzate, al fine di evitare reciproche interferenze nocive, sono assegnate in modo condiviso a uno o più soggetti, tramite costituzione di una società anche consortile che avrà la titolarità del diritto d’uso dell’intera rete sincrona.

Pertanto la procedura di selezione comparativa - riservata comunque ai soli soggetti presenti nell’elenco aggiornato al 16 febbraio 2017 - potrà non avere luogo nel caso in cui i soggetti richiedenti una o più frequenze di una rete sincrona di cui all'elenco si accordino per l’uso condiviso dell’intera rete costituendo una società che riceverà il diritto d’uso: tale accordo dovrà essere comunicato al Ministero entro e non oltre il termine del 3 marzo 2017.

Coloro che non rientreranno in tale casistica parteciperanno all'assegnazione della rete corrispondente alla frequenza indicata nella domanda, secondo le modalità del relativo bando che sarà successivamente pubblicato.


Elenco dei soggetti partecipanti, aggiornato al 16 febbraio 2017 (pdf)


Onde Medie: pubblicato il bando per l’assegnazione di 86 frequenze asincrone


Con provvedimento DGSCERP del 1 febbraio 2017 è stato dato avvio alla Procedura di selezione comparativa per l’assegnazione del diritto d’uso di 86 frequenze in onde medie asincrone.
Il bando è riservato ai soggetti (vedi elenco aggiornato al 16 febbraio 2017) che hanno già presentato regolare domanda secondo le modalità indicate nell’avviso pubblico del 4 agosto e pertanto sono ammessi alla partecipazione alla fase di selezione comparativa e potranno concorrere alla procedura esclusivamente per le frequenze e per i siti per i quali si è presentata domanda.

Le istanze di partecipazione devono essere presentate secondo le modalità indicate nel Bando e recapitate:

  • a mano, in plico chiuso e sigillato, presso la sede del MiSE di Viale America 201, DGSCERP stanza A530 - 5° piano, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle 12,00
  • o tramite raccomandata A/R
  • o con invio di posta elettronica certificata all’indirizzo: dgscerp.div4@pec.mise.gov.it

Il termine di ricezione delle domande è il 15 marzo 2017.

Eventuali richieste di informazioni sulla procedura dovranno essere formulate inviando una PEC all'indirizzo mail dedicato: dgscerp.div04@pec.mise.gov.it entro l’11 febbraio 2017.
Responsabile unico del procedimento: dr. Giovanni Gagliano, dirigente divisione IV DGSCERP.

Bando frequenze asincrone (pdf)


Onde Medie: soggetti partecipanti alla selezione comparativa per le frequenze asincrone

Pubblicato l’elenco dei soggetti che hanno presentato domanda secondo l’Avviso pubblico del 4 agosto 2016 ed ammessi alla procedura di selezione comparativa per l’assegnazione delle frequenze asincrone.

Elenco dei soggetti partecipanti, aggiornato al 16 febbraio 2017 (pdf)


A conclusione della procedura per l’assegnazione delle frequenze radio in onde medie per le trasmissioni di radiodiffusione sonora, si comunica che sono pervenute al Ministero, entro il termine previsto del 30 settembre 2016, 907 domande di cui 473 per frequenze asincrone (88 sono le frequenze asincrone disponibili),  324 per frequenze sincrone (sono disponibili 60 frequenze costituenti 11 reti sincrone) e 110 domande anomale (non è specificato il Sito o la Frequenza, oppure il sito non corrisponde alla frequenze e viceversa).

Secondo le modalità di assegnazione predisposte dalla delibera 3/16/CONS dell’Agcom (art. 4) ed inserite nell’avviso pubblico del 4 agosto 2016 (punto 9), è stato possibile procedere all'immediata assegnazione delle frequenze per cui sia pervenuta una sola domanda. Pertanto, per le frequenze asincrone è stato possibile rilasciare 2 autorizzazioni:

  • Frequenza 594 KHz Bolzano assegnata alla Incentive Promomedia S.r.l.
  • Frequenza 702 KHz Campobasso assegnata alla Incentive Promomedia S.r.l. 

Per le frequenze sincrone non è possibile rilasciare, in prima istanza, alcuna autorizzazione.

Per assegnare le restanti frequenze sarà necessario effettuare la procedura di selezione comparativa disposta dall’art. 5 della delibera 3/16/CONS.

Il Ministero provvederà entro il mese di gennaio 2017 alla pubblicazione dei relativi bandi riservati ai soggetti che hanno già presentato domanda nei termini previsti dal precedente avviso.

ASSEGNAZIONE FREQUENZE RADIO IN ONDE MEDIE PER LA  RADIODIFFUSIONE SONORA
Avviso pubblico 4 agosto 2016. 907 domande pervenute al Ministero entro il 30 settembre 2016 per il rilascio del diritto d’uso (di cui 110 anomale)

frequenze asincronefrequenze sincrone
473 domande 324 domande
2 autorizzazioni rilasciate //

 
In applicazione dell’articolo 4 della legge 29 luglio 2015 n. 115, che ha introdotto l’art. 24-bis del D.Lgs 177/2005 (c.d. TUSMAR) e secondo quanto previsto dal Regolamento per la definizione dei criteri e delle modalità di assegnazione delle frequenze radio in onde medie, adottato dall’ Agcom con delibera n. 3/2016, con avviso pubblico del 4 agosto 2016, la  Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali (DGSCERP) ha comunicato l’avvio della procedura per il rilascio del diritto d’uso delle frequenze radio.

Requisito previsto per l’assegnazione del diritto d’uso è la titolarità di autorizzazione generale, rilasciata ai sensi dell’art. 25 del codice delle comunicazioni elettroniche, che potrà essere assegnato anche a nuovi soggetti.
La durata del diritto d’uso delle frequenze radio sarà di 20 anni.

Le domande di partecipazione alla procedura devono essere presentate con le modalità indicate nel Avviso Pubblico e recapitate:

  • a mano presso la sede del Mise di Viale America 201, DGSCERP stanza A516 5° piano dal lunedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle 12,00.
  • o tramite raccomandata A/R
  • o con invio di posta elettronica certificata all’indirizzo: dgscerp.div04@pec.mise.gov.it

L’elenco delle frequenze, con le relative schede tecniche, predisposte dalla DGPGRS, è consultabile in allegato.

Il termine di ricezione delle domande è il 30 settembre 2016.

Responsabile unico del procedimento: dottor Giovanni Gagliano, dirigente della Divisione IV-Radiodiffusione televisiva e sonora. Diritti d'uso

Informazioni generali

Richieste di chiarimenti di natura giuridico-amministrativa o di tipo tecnico ed eventuali  informazioni sulla procedura, potranno essere formulate inviando una mail all'indirizzo: dgscerp.ondemedie@mise.gov.it  entro il 5 settembre 2016.

Alle richieste di chiarimenti e di informazioni è stata data risposta tramite pubblicazione sul sito delle risposte ai quesiti.

 

Allegati

Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2017

 

 

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO