Promozione degli scambi

In questa sezione, vengono riportate le azioni inerenti l'attività di promozione e sviluppo, in qualsiasi forma, tese a sostenere l'export italiano.

Obiettivo: accrescere il grado di internazionalizzazione  delle aziende, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese che rappresentano circa il 99% del totale, mettendo in campo strumenti di carattere promozionale e finanziario per accompagnarne la proiezione sui mercati internazionali.

Mezzi: strategie promozionali di sostegno al Made in Italy, potenziamento degli strumenti agevolativi esistenti, facilitazione dei processi di internazionalizzazione, collegamenti con le Università ed i centri di ricerca, concentrazione delle risorse pubbliche nei settori e nelle aree geografiche dal maggior potenziale.

Risorse: l’esiguità delle risorse finanziarie da impiegare per la promozione , sempre limitate rispetto agli obiettivi, impone a tutti i soggetti preposti a facilitare l'internazionalizzazione economica e produttiva di fare sistema, evitando duplicazioni e producendo sinergie positive:a tale scopo, la Direzione Generale per le Politche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi opera un collegamento con Regioni, ICE Agenzia, Associazioni di categoria, Camere di Commercio italiane all'estero, Unioncamere.

Le linee guida e di indirizzo strategico: in materia di  promozione  e internazionalizzazione delle imprese, anche per  quanto  riguarda  la programmazione delle risorse sono assunte da  una  cabina  di  regia,  costituita  senza  nuovi  o maggiori oneri a carico  della  finanza  pubblica,   copresieduta  dal Ministro degli affari esteri, dal Ministro dello  sviluppo  economico e, per le materie di propria competenza, dal Ministro con  delega  al turismo e composta dal Ministro dell'economia e delle  finanze,  o  da persona  dallo  stesso  designata,  dal  Ministro   delle   politiche agricole,  alimentari  e  forestali,  o  da  persona   dallo   stesso designata, dal presidente della  Conferenza  delle  Regioni  e  delle Province autonome  e  dai  presidenti,  rispettivamente,  dell'Unione italiana  delle  camere  di  commercio,  industria,   artigianato   e agricoltura, della Confederazione generale  dell'industria  italiana, di R.E.TE. Imprese Italia, di Alleanza delle Cooperative  italiane  e dell'Associazione bancaria italiana.

Al programma promozionale ordinario, contenente le attività promozionali che l’ICE Agenzia realizza sulla base delle Linee Direttrici impartite  dalla cabina di regia dal Ministero dello Sviluppo Economico, si affianca il Programma straordinario di sostegno del Made in Italy, gestito direttamente dal Ministero. In questo ambito,  vengono realizzate azioni promozionali con previsione di risultati a medio e lungo termine nei settori innovativi e ad alto contenuto tecnologico, quali bio-nanotecnologie, energie rinnovabili, tecnologie nel campo della protezione ambientale, design e progettazione, restauro e recupero urbano, con l’obiettivo di sostenere e  rafforzare il Sistema Italia, inteso come sintesi della creatività, della progettualità e delle competenze e specializzazioni delle imprese del paese. inteso come sintesi economica e culturale del Paese, che comprende la creatività, la progettualità, le competenze e le specializzazioni delle imprese.

Dall’esigenza di sviluppare una promozione integrata delle imprese nei mercati esteri, nascono le Missioni di sistema , che vedono la collaborazione ed il coinvolgimento di più soggetti pubblici e privati: Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero degli Affari Esteri, Regioni, Ice Agenzia, Abi, Sistema camerale, Confindustria e gli altri soggetti imprenditoriali presenti nella cabina di regia.  Esse rappresentano una nuova modalità di cooperazione, volta a rafforzare l’immagine del Sistema Italia all’estero, attraverso la partecipazione congiunta dei principali attori preposti all’internazionalizzazione.  Ad un Forum di carattere istituzionale a cui partecipano le Autorità, segue quello economico  una sessione economica dedicata  all’analisi e alla  promozione di specifici ambiti settoriali. Infine, con l’obiettivo di sviluppare una collaborazione mirata tra le imprese, vengono organizzati incontri BtoB, attraverso cui vengono favorite occasioni di nuovo business.




Questa pagina ti è stata utile?

NO