La politica commerciale e Accordi di Libero Scambio

La politica commerciale è l’insieme delle misure mirate a disciplinare gli  scambi di merci e servizi con Paesi terzi. Tale materia  è competenza esclusiva dell’Unione Europea ed è gestita attraverso la Commissione. Gli Stati Membri assistono l’esecutivo UE in tale azione  - sviluppata prevalentemente attraverso negoziati di libero scambio multilaterali e bilaterali - per il tramite del Comitato di Politica Commerciale previsto dall’art. 207 del TFUE (Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea).

Il Ministero dello Sviluppo economico, con la DG Politica Commerciale Internazionale, partecipa ai lavori in ambito UE, a tutti i livelli, in primis proprio nel CPC, fornendo i necessari contributi alla definizione della politica commerciale comune e rappresentando in tale sede, gli interessi dei settori produttivi nazionali.

La politica commerciale, come accennato, si occupa della negoziazione degli accordi di libero scambio tra Unione Europea e i paesi terzi, così come quelli in ambito OMC, sia a livello multilaterale che plurilaterale. Tali accordi riguardano liberalizzazioni tariffarie e non tariffarie di merci; accesso al mercato dei servizi; appalti pubblici; tutela dei diritti di proprietà intellettuale; protezione degli investimenti esteri diretti; difesa commerciale, antidumping e molto altro.

Qui di seguito un elenco degli accordi già conclusi:

UE Canada CETA, Accordo Globale Economico e Commerciale

Accordo multipartito UE - Perù Colombia Ecuador

Accordo di Associazione UE - Paesi dell’America Centrale

Accordo di Libero Scambio UE-Corea del Sud



Questa pagina ti è stata utile?

NO