Università e innovazione, ecco i Contamination Lab

Giovedì, 05 Dicembre 2013

Rielaborando una proposta avanzata dalla Task Force sulle startup  il bando “startup MIUR” , pubblicato nel marzo del 2013, ha invitato le università italiane delle Regioni Convergenza (Campania, Puglia, Calabria, Sicilia) a competere per l’assegnazione di risorse finanziarie da dedicare alla creazione di Contamination Lab (CLab), luoghi di contaminazione tra studenti di discipline diverse finalizzati a esporre gli studenti a un ambiente stimolante per lo sviluppo di progetti di innovazione a vocazione imprenditoriale.

Obiettivo del progetto è la promozione della cultura dell’imprenditorialità, dell’innovazione e del fare, così come l’interdisciplinarietà e la diffusione di nuovi modelli di apprendimento.
   
Alcune delle università delle quattro regioni citate hanno fatto pervenire candidature per la costituzione di CLab presso le proprie strutture. Il budget totale della quarta linea del bando era di un milione di euro, e il valore dei progetti presentati non poteva eccedere i duecentomila euro.

Un panel di esperti nominati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero dello Sviluppo economico ha selezionato le università di:

  • Reggio Calabria (Università Mediterranea): sito web
  • Cosenza (Università della Calabria): sito web
  • Catania (Università degli Studi di Catania): sito web
  • Napoli (Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Scienze Sociali): sito web; bando per la selezione di 35 studenti (aperto) e relativo comunicato stampa

I progetti sono attualmente in fase di avvio.


CONTATTI

Tel. 06 4705 2503
e-mail: startup@mise.gov.it


Questa pagina ti è stata utile?

NO