Di Maio, offerta per Industria italiana autobus

Giovedì, 13 Settembre 2018

Manifestazione di interesse avanzata da Ferrovie dello Stato 

Immagine decorativa


"Stamattina abbiamo ricevuto al Ministero una manifestazione di interesse di Ferrovie dello Stato ad entrare nella compagine societaria di Industria italiana autobus". Lo annuncia il vicepremier e ministro del lavoro e dello sviluppo economico Luigi Di Maio in un video su Facebook.

 

 

La dichiarazione del Ministro Di Maio

"Stamattina abbiamo ricevuto tramite la pec del Ministero una manifestazione di interesse di Ferrovie dello Stato ad entrare nella compagine societaria di Industria Italiana Autobus. Questa è una gran bella notizia. Per chi non lo sapesse, questa azienda nasce dalla fusione di due stabilimenti, la Breda Menarini e l’Irisbus. Al Ministero dello Sviluppo economico era stato fatto un accordo per farli ripartire soltanto che poi, nonostante questa azienda avesse mille autobus da costruire per il trasporto locale in Comuni e Regioni, per una serie di motivi questi autobus si era finiti a costruirli in Turchia, mentre qui gli operai si trovavano in stabilimenti che non funzionavano e con il rischio di non vedersi pagati gli stipendi.

In campagna elettorale avevo promesso di occuparmi di questa crisi, ci abbiamo lavorato tutta l’estate e stamattina un partner come Ferrovie dello Stato si aggiunge a Finmeccanica Leonardo, che è già dentro la compagine sociale e ci permetterà, nelle prossime settimane, di cominciare a costruire un percorso. La manifestazione di interesse che oggi abbiamo visto arrivare è, sostanzialmente, quella di un’azienda che attraverso Bus Italia si occupa già di trasporto pubblico e ha deciso di entrare in un’altra azienda che costruisce autobus. Qual è il punto? Il punto è che, grazie a questa manifestazione di interesse, noi avremmo un soggetto che fornisce e costruisce servizi di trasporto su autobus che fa capo ad un’azienda di Stato, che è FS. Stamattina ci hanno mandato questa manifestazione di interesse e ora ci stiamo lavorando, sperando di arrivare all’obiettivo il prima possibile e di rimettere in sesto questa azienda, farla produrre in Italia, sbloccare mille autobus per città e regioni che significa assicurare un trasporto pubblico di qualità.

Abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili per l’Ilva, adesso stiamo lavorando su Industria Italiana Autobus e sono sicuro che arriveremo a un risultato". 



Questa pagina ti è stata utile?

NO