Riparte il completamento della riforma delle Camere di commercio

Mercoledì, 07 Marzo 2018

Con il decreto firmato lo scorso 16 febbraio il Ministro Carlo Calenda ha rimesso in moto la riforma delle camere di commercio, ripartendo dallo stop imposto dalla sentenza della Corte Costituzionale del dicembre 2017.

Il decreto permette di completare il processo di riorganizzazione del sistema delle Camere di commercio all’interno della riforma della Pubblica Amministrazione, e, nel definire un nuovo assetto territoriale, consentirà di rispondere con più efficienza alle nuove funzioni innovative, introdotte con la riforma, per sostenere maggiormente la crescita dei tessuti economici che rappresentano.

Il decreto prevede anche la razionalizzazione delle sedi delle singole camere di commercio e delle Unioni regionali, la razionalizzazione e riduzione del numero delle aziende speciali e la loro razionalizzazione organizzativa.

Con il via libera della Corte dei conti, il 1° marzo sono stati avviati dai commissari ad acta, nominati dallo stesso Ministro Calenda, i 18 processi di accorpamento, alla conclusione dei quali le camere di commercio diventeranno 60 rispetto alle originarie 105.


Questa pagina ti è stata utile?

NO