Ilva: Mise, azienda e sindacati restano distanti. Governo auspica ritorno al Tavolo con approccio più costruttivo

Giovedì, 26 Aprile 2018

Al termine del confronto proseguito oggi al Ministero dello Sviluppo Economico sulla trattativa ILVA abbiamo dovuto constatare che le posizioni di azienda e sindacati rimangono distanti.

Giova qui ribadire che gli impegni già assunti dall’azienda comprendono 10.000 assunzioni (poco valore rivestono altri numeri circolati oggi) ed il mantenimento del livello salariale comprensivo degli scatti di anzianità. In questi mesi, sono stati fatti passi avanti nel confronto su tanti aspetti: rimane il problema - certamente di estrema importanza - di individuare modalità condivise per  assicurare a tutti i lavoratori tutela occupazionale.

Il governo ha finora varato importanti provvedimenti per accompagnare la trattativa non ultima la garanzia degli ammortizzatori sociali per i prossimi 5 anni. Nello stesso spirito, se si verificasse  una chiara volontà di dialogo delle parti, è stata confermata la disponibilità a mettere in campo ulteriori significativi provvedimenti .

La riunione di oggi ha però  fotografato una situazione in cui le reciproche posizioni rimangono rigide e distanti.

A fronte della permanente fragilità economica di ILVA in Amministrazione Straordinaria abbiamo chiesto alle parti di impegnarsi in una pausa di riflessione per poter auspicabilmente tornare al tavolo con un approccio più costruttivo già dalla prossima settimana al fine di  raggiungere.



Questa pagina ti è stata utile?

NO