Nei primi 7 mesi dell’anno l’export italiano cresce del 7,6% rispetto allo stesso periodo del 2016

Lunedì, 18 Settembre 2017

Dalla Settimana della Moda di Milano, il Sottosegretario Scalfarotto ha sottolineato il ruolo dell’export nell’attuale fase di ripresa economica

Tra gennaio e luglio il nostro export aumenta in maniera importante, sia sui mercati più vicini che in quelli extra-UE. La crescita è diffusa per tutti i raggruppamenti industriali, beni di consumo, durevoli e intermedi, ed è particolarmente accentuata nel settore farmaceutico, oltre che in quello petrolifero e dell’automobile. Tra i mercati,  la Cina si conferma la destinazione più dinamica (+26%), seguita dalla Russia, in forte ripresa (+23%).

“Sono dati che si sposano perfettamente con il clima di vitalità e fiducia che avverto in questi giorni alla Settimana della Moda di Milano” ha detto il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto. “L’export cresce in risposta ad una ripresa della domanda globale ma è merito delle nostre imprese se riusciamo a imporci sul mercato globale con prodotti sempre innovativi. E tanto nei settori consumer che nei beni d’investimento, come i macchinari, abbiamo bisogno di eventi che riescano a spiegare la qualità e competitività delle nostre filiere. Per questo abbiamo creato il Tavolo della Moda al Ministero e abbiamo lavorato con l’Agenzia ICE perché anche i settori che hanno le loro esposizioni in altre sedi o in altri periodi dell’anno fossero presenti alla Fashion Week milanese. È un successo che dobbiamo alla collaborazione di imprese, associazioni e istituzioni, a cominciare dal Comune di Milano e dalla Camera Nazionale della Moda”.



Questa pagina ti è stata utile?

NO