Verbale di riunione - Gruppo Commercianti Associati Generalmarket

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Gruppo Commercianti Associati Generalmarket S.r.l.
Dipendenti: 771
Settore: Commercio
Data: 1 ottobre 2018


Il 1 ottobre 2018 si è svolta presso il Ministero dello Sviluppo Economico una riunione riguardante le società Gruppo Commercianti Associati Generalmarket S.r.l. L’incontro era presieduto dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico Davide Crippa. Erano presenti il Vicecapo Gabinetto del Giorgio Sorial, il Responsabile della Struttura per la Crisi di Impresa Giampietro Castano, Chiara Cherubini per il Ministero dello Sviluppo Economico, Giulia Tarantola per la Regione Lombardia, Alberto Anselmo per la Regione Piemonte e Franco Oliveri per la Regione Liguria. Per l’azienda erano presenti il legale rappresentante Franco Culin assistito da Giacomo De Fazio, Francesco Raso e Matteo Crespi. Erano inoltre presenti i rappresentanti sindacali nazionali e territoriali di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, unitamente alle RSU.

Il Dott. Castano ha introdotto l’incontro ricordando di aver incontrato la proprietà dell’azienda e che il MiSE ha ricevuto diverse sollecitazioni ad aprire un tavolo di confronto per la grave situazione finanziaria in cui versa la società e dopo la decisione dei vertici aziendali di chiudere i supermercati. Ha inoltre ricordato che gli addetti non percepiscono i compensi dal mese di luglio.

I rappresentanti dell’azienda hanno dichiarato che sono in corso trattative avanzate con due acquirenti, sulle quali vigono vincoli di riservatezza, riguardo alla cessione in affitto di ramo di azienda finalizzato all’acquisto di 12 unti vendita. Le cessioni dovrebbero concludersi entro i prossimi giorni e comportare il passaggio alle nuove società di 360 addetti in continuità di rapporto di lavoro. Per altri 10 punti vendita, che impiegano 157 addetti, sono in corso trattative con altri due investitori. Infine per altri cinque punti vendita, che impiegano 42 addetti, non ci sono trattative in corso.

In difficoltà anche le controllate del Gruppo che sono in liquidazione e impiegano 84 addetti, nonché il centro logistico, con 7 addetti e la società che gestisce la contabilità del Gruppo in outsourcing, per la quale è stata aperta una procedura di licenziamento per 14 dei 24 addetti.

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso preoccupazione per il futuro dei rimanenti addetti del Gruppo, che non rientrano tra i 360 che verranno riassorbiti a breve in due nuove società. Prendendo atto delle tutele occupazionali dichiarate dai rappresentanti aziendali per quanto riguarda questi ultimi, hanno comunque chiesto maggiore trasparenza sugli acquirenti e sul loro piano industriale. Hanno inoltre chiesto come mai l’azienda non ha mai fatto uso di ammortizzatori sociali. Hanno infine chiesto se sono previsti i pagamenti arretrati delle spettanze.

I rappresentanti della società hanno dichiarato che sono in corso delle verifiche presso il Ministero del lavoro per l’eventuale utilizzo degli ammortizzatori sociali.

Il dott. Castano ricordato che la società Nuova Distribuzione che fa parte del gruppo ha presentato domanda di concordato in bianco ed ha precisato che sarà indispensabile prendere in considerazione anche il piano concordatario di questa ultima e i suoi eventuali impatti sulle rimanenti società del Gruppo. Ha chiesto che sia definito un piano di pagamento delle spettanze. A questo fine ha invitato le parti ad incontrarsi in sede locale prima del prossimo incontro del tavolo tecnico di confronto presso il MiSE che si terrà il 9 ottobre p.v.. Il dott. Castano ha chiesto che all’incontro del 9 ottobre p.v. siano presenti anche i rappresentanti di Nuova Distribuzione e i rappresentanti della proprietà.



Questa pagina ti è stata utile?

NO