Verbale di incontro - Next-era Prime Spa

In data 4 maggio 2018 si è tenuto presso il Mise un incontro relativo alla situazione di Next-era Prime Spa.  Alla riunione erano presenti la Dr.ssa Gatta e l’Avv. Capone entrambe facenti parte della UGV del Mise, i rappresentanti dell’azienda Dr. Biscu, Dr. Gulotta, Dr.ssa Vaccaro, Dr.ssa Guerrini,  le OO.SS Nazionali e territoriali, Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Ugl Met.  Nonché le RSU.
Il Rappresentante dell’azienda (Dr. Biscu) ha comunicato che sono in stato avanzato le pratiche avviate con un imprenditore del settore informatico per procedere all’affitto ed alla successiva cessione dell’Azienda Next-era, che attualmente occupa 170 lavoratori circa. I Rappresentanti di Next-era sono in attesa delle garanzie necessarie per perfezionare l’affitto.

Questa operazione dovrebbe consentire il passaggio di tutti i lavoratori alla nuova realtà, senza che si creino, come dichiarato da Next-era, sovrapposizioni di attività tra gli attuali lavoratori e quelli del gruppo acquirente.

I Rappresentanti di Next-era, hanno altresì comunicato che in questa fase, essendo prossimi al “closing”, preferiscono per ragioni di riservatezza, non fornire ulteriori informazioni. Hanno anche ripercorso le vicende che hanno riguardato Next-era nel recente passato, ovvero l’acquisizione per una cifra molto onerosa di Next-era, da parte del Gruppo ADS, avvenuta nel 2015, Next-era aveva una situazione finanziaria molto critica. Il Dr. Biscu ha lamentato la difficoltà nel reperire finanziamenti pur essendo Next-era una realtà con un marchio ancora molto forte sul mercato.


Le OO.SS hanno chiarito che notizie riguardanti eventuali cessioni della Next-era erano già circolate in passato senza poi concludersi, destando quindi preoccupazioni tra i lavoratori. Hanno quindi auspicato che l’operazione si definisca in tempi brevi, come comunicato dall’azienda, chiedono quindi di conoscere il piano industriale alla luce dell’accordo di affitto con i nuovi imprenditori.

La Dr.ssa Gatta del Mise in conclusione, ha confermato l’intenzione di procedere ad una verifica dello sviluppo della situazione, come chiesto dalle OO.SS. Questo al fine di conoscere gli esiti di questa operazione confidando che essa si concluda positivamente, anche perché la recente storia di Next-era, ovvero l’acquisizione nel 2015 da parte di ADS di una società in forti difficoltà a valori molto ingenti e la cessione dopo pochi anni in condizioni altrettanto difficili, va monitorata nell’interesse delle prospettive che questa operazione possa dare ai lavoratori. Il tavolo è quindi aggiornato nell’arco di due settimane anche alla presenza dell’affittuario.



Questa pagina ti è stata utile?

NO