Verbale di riunione - Solvay Porto Marghera

Il 4 aprile 2018, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è svolta la riunione per la verifica delle prospettive dello stabilimento Solvay di Porto Marghera. Erano presenti Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, Enrico Montagner di Veneto Lavoro della Regione Veneto. Per Solvay erano presenti il Country Manager per l’Italia Marco Colatarci, il responsabile Relazioni Industriali Gianluca Giannetti, il direttore del sito Paolo Menichini e il responsabile del personale del sito Alberto Gullotta. Erano presenti il Presidente di Alkeemia S.p.A. Stefano Filucchi e l’Amministratore Delegato Alkeemia Lorenzo di Donato. Erano inoltre presenti le segreterie nazionali e territoriali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, unitamente alle RSU.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha aperto l’incontro precisando che l’apertura del tavolo di confronto tra le parti è stata sollecitata dalle Organizzazioni Sindacali a seguito della repentina comunicazione da parte della società Solvay riguardo alla cessione dello stabilimento di Marghera all’azienda del Gruppo Fluorsid che ha fatto emergere la necessità di verificare a livello istituzionale le strategie aziendali e le prospettive industriali del sito.

L’azienda Solvay ha dichiarato che Gruppo a livello globale sta subendo una riconversione produttiva da produzioni di chimica pura a produzioni principalmente di polimeri fluorati ad alto contenuto tecnico di alta gamma, destinati ai mercati automotive, IT, aerospazio, ecc. La cessione di Porto Marghera rientra in questo senso nei piani aziendali di riconversione, come anche altre cessioni di altri siti avvenute recentemente.
L’azienda Alkeemia, a cui verrà ceduta Marghera, rimarrà legata a Sovay con un contratto di fornitura di lungo termine ultradecennale come produttore strategico -- agli stessi volumi minimi attuali -- di acido fluoridico anidro, materia prima di cui si servirà Solvay. Il contratto di cessione di ramo d’azienda ad Alkeemia prevede la cessione in continuità delle attività, dello stabilimento e dei 70 addetti ex art 47 L. 428/90, salvo la superficie su cui insiste lo stabilimento che rimarrà di proprietà di Solvay. Alkeemia beneficerà del diritto di superficie per 99 anni.

Il dott. Di Donato ha precisato che il Gruppo Fluorsid, che opera dal 1969, è specializzato nella produzione del fluoro ed è il maggiore produttore di fluoroderivati inorganici in occidente. Il Gruppo è in espansione e controlla diverse aziende industriali in Italia e all’estero, due società di trading di minerali e metalli in Svizzera ed in Inghilterra e possiede anche la Cagliari Calcio. Ha costituito la società Alkeemia S.p.A. per l’acquisizione dello stabilimento di Porto Marghera.
A Porto Marghera produrrà acido fluodrico anidro e solfato di calcio come sottoprodotto. L’acido fluoridrico anidro ha pochi produttori in Europa ed è soggetto a molte restrizioni in Europa per il suo trasporto che avviene solitamente su rotaia. La posizione dello stabilimento di Porto Marghera in questo senso è strategica. La società produrrà inizialmente agli stessi volumi minimi attuali ma ha per Marghera un programma di investimenti e prevede un futuro ampliamento dei volumi e del mercato.

Le Organizzazioni Sindacali hanno contestato la modalità con cui è stata avviata la cessione, vale a dire senza preavviso e senza condivisione di informazioni e di prospettive con le OO.SS. Hanno quindi chiesto quali sono i programmi industriali di lungo periodo di Alekeemia, sia per quanto riguarda i volumi, e cioè se sono previsti incrementi di produzione e di mercato, sia per quanto riguarda le modalità e le tempistiche degli investimenti previsti che, hanno sottolineato, attualmente sono necessari anche solo per continuare le produzioni agli stessi volumi attuali Hanno quindi chiesto all’azienda di presentare un piano industriale di medio lungo periodo con delle garanzie.

Il Ministero dello Sviluppo Economico riconvocherà il tavolo di confronto tra le parti il 24 aprile p.v. per la presentazione del piano industriale della società Alkeemia in sede istituzionale.



Questa pagina ti è stata utile?

NO