Verbale di riunione - Ledvance

Il 16 gennaio 2018 si è svolta la riunione riguardante gli stabilimenti italiani della multinazionale Ledvance. Erano presenti Chiara Cherubini in rappresentanza del Ministero dello Sviluppo Economico, Antonio Genova in rappresentanza della Regione Lombardia, Peter Mannhart, Chief Operating Officer di Ledvance GmbH, Stefan Moehren Direttore delle Relazioni Sindacali di Ledvance GmbH; Jean-Marc Vogel di Ledvance S.p.A. e Francesco Cipriani responsabile risorse umane di Ledvance S.p.A.  assistiti da Alberto Binetti di Assovetro. Erano inoltre presenti le segreterie nazionali e territoriali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil  e UGL chimici.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha introdotto la riunione precisando di aver incontrato i rappresentanti del management aziendale già alla fine del novembre u.s., in concomitanza con alcune importanti operazioni di ristrutturazione da parte di Ledvance GmbH che hanno portato alla chiusura di alcuni impianti in Germania e di aver in quell’occasione chiesto all’azienda di fornire approfondimenti sulle produzioni degli stabilimenti italiani di Ledvance S.p.A. e un’interlocuzione con i vertici della multinazionale. Ha quindi ringraziato questi ultimi per aver risposto all’invito del Ministero.

Il COO Peter Mannhart ha spiegato che Ledvance è nata dallo scorporo dalla multinazionale Osram di alcune linee produttive conseguentemente alla decisione di questa ultima di specializzarsi sulle attuali produzioni. Attualmente Ledvance è di proprietà di un consorzio cinese composto da due fondi di investimento, IDG Capital e Yiwu State-Owned Assets Operation Center (Yiwu), che detengono la maggioranza del pacchetto azionario, nonchè dall’azienda cinese del settore MLS CO. LTD, azienda quotata alla borsa cinese che negli ultimi tre anni è cresciuta a ritmi esponenziali fino a divenire uno dei maggiori produttori di led del mercato cinese, con una capitalizzazione di oltre 3 miliardi di euro. Entro marzo o aprile 2018 MLS acquisirà la piena proprietà di Ledvance per aprirsi ad altri mercati oltre a quello cinese ed acquisirne i marchi. Fino ad allora, non è possibile fare previsioni su quelli che saranno i suoi piani industriali o di ristrutturazione aziendali in Italia o altrove.
Il mercato sta attraversando proprio in questo periodo dei profondi cambiamenti tecnologici dei prodotti, si sta orientando verso nuovi prodotti e sistemi di illuminazione, anche per utilizzi in altri settori, che porteranno inevitabilmente a radicali cambiamenti che andranno ad impattare su tutta la catena del valore, dall’organizzazione del lavoro, all’approvvigionamento, alla distribuzione e alla logistica.
In previsione dell’acquisizione della proprietà da parte di MLS è stato nominato il nuovo presidente dell’Adivisory board Tim Chen di Ledvance GmbH e a breve verrà nominato il nuovo CEO. Per quanto riguarda gli impianti italiani, il dott. Mannhart ha confermato la permanenza degli uffici commerciali di Milano ed ha anche confermato che in questa fase, per tutto il 2018, l’impianto di Bari continuerà la produzione di prodotti tradizionali -- per i quali ancora c’è mercato -- ai livelli di prima e anche a volumi maggiori per sopperire alle recenti chiusure di altri impianti Ledvance in Europa.

Le OO.SS. hanno ringraziato i vertici aziendali di Ledvance GmbH per l’incontro, ma espresso preoccupazione per la mancanza di notizie precise riguardo allo stabilimento di Bari. Hanno quindi chiesto un incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico subito dopo il completamento del processo societario per essere coinvolte nelle decisioni aziendali riguardanti il futuro degli stabilimenti produttivi italiani prima che questa vengano prese. Hanno anche dichiarato di voler supportare eventuali processi di riconversione ed innovazione che dovessero interessare l’impianto di Bari, affinchè non si perda una importante realtà produttiva dell’industria italiana e la sua forza lavoro qualificata. Hanno inoltre chiesto informazioni riguardo alle voci riguardanti la eventuale vendita dello stabilimento di Bari.

Il dott. Genova ha chiesto specificatamente informazioni sulla sede lombarda dell’azienda ed ha anche chiesto all’azienda di chiarire come si concilierebbero i tentativi di cessione delle produzioni in Italia con le dichiarazioni della loro permanenza in Italia.

Il dott. Mannhart ha chiarito che le trattative con gli investitori che avevano manifestato interesse verso lo stabilimento di Bari si sono interrotte ed ha ribadito che attualmente e fino al completamento del passaggio di proprietà alla società MLS non è possibile fare previsioni di investimenti o di strategie produttive che riguarderanno gli stabilimenti italiani.
 
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha invitato i vertici aziendali presenti oggi ad un nuovo incontro da tenersi presso il MiSE subito dopo il completamento del processo che porterà alla piena acquisizione della proprietà di Ledvance da parte di MLS. Ha inoltre precisato che il Ministero dello Sviluppo Economico è disponibile a supportare eventuali progetti di riconversione ed innovazione delle sedi italiane della multinazionale.



Questa pagina ti è stata utile?

NO