Verbale di incontro - TotalErg S.p.A.

In data 19 ottobre 2017 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuto un incontro riguardante l’azienda TotalErg S.p.A.. L’incontro è stato presieduto da dott. Giampietro Castano del Ministero dello Sviluppo Economico. Hanno partecipato Igli Doraci del Ministero dello Sviluppo Economico, i rappresentanti dell’azienda TotalErg Marco Croce, Antonio Saggese e Fabrizio Diaferia. Sono intervenuti, inoltre, i rappresentanti delle OO.SS. nazionali e territoriali FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL, UILTEC-UIL, unitamente alle RSU.

Il dott. Castano ha introdotto l’incontro ricordando alle parti, che l’ultima riunione è stata tenuta quasi un anno fa e che durante questi mesi la “Struttura per la Crisi di Impresa” ha monitorato attentamente il settore in cui opera l’Azienda. Ha poi invitato le OO.SS. che hanno sollecitato l’incontro a prendere la parola ed illustrare le ragioni della richiesta.

Le OO.SS. hanno dichiarato che i rapporti con l’Azienda sono diventati difficili così da dare luogo a relazioni sindacali molto complicate e di conseguenza grosse difficoltà nella gestione del loro rapporto con i lavoratori. Hanno anche evidenziato che la dichiarazione resa da parte dell’AD di TotalErg,  secondo cui la vendita della società avrebbe interessato l’intero pacchetto azionario, non è corrispondente alla realtà. Infatti, la società “Restiani”, partecipata da TotalErg, è stata ceduta unitamente all’intera parte Gpl TotalGaz. Altresì, il settore lubrificante non fa più parte del pacchetto in vendita. Le società che hanno mostrato un serio interesse per la rilevazione dei 2600 punti vendita della TotalErg sono la “Euro Garages Italia” ed il “Gruppo API” e solo la seconda è credibile. Le organizzazioni sindacali hanno, infine, dichiarato di voler conoscere come verrà tutelata la occupazione e la professionalità nelle aziende che subentreranno a TotalErg. Infine, secondo le OO.SS. l’assetto societario di TotalErg dal punto di vista industriale è debole.

Il dott. Croce ha ammesso che alcune operazioni, riguardanti TotalErg, sono state realizzate senza essere state condivise con le OO.SS.. Ha sottolineato che, negli ultimi mesi,  sono state effettuate sostanzialmente due operazioni. La prima riguarda la società Restiani (partecipata dal Gruppo per il 60%) che è stata ceduta attraverso uno scambio azionario puro. I nuovi investitori sono prevalentemente costituiti dal Fondo Ambienta, specializzato negli investimenti del settore energetico. La seconda concerne la società “TotalGaz”, che è stata ceduta nella sua totalità  alla multinazionale americana UGI, leader europeo nel settore del gas. Il dott. Croce ha sottolineato che nelle due operazioni citate sono stati garantiti sia i livelli occupazionali che le condizioni economiche e normative dei dipendenti. Ha reso noto che i soci hanno deciso di scorporare da TotalErg l’attività dei lubrificanti, operazione che sarà attuata nei prossimi mesi, e che a tal fine si sta provvedendo a tutte le verifiche necessarie. Infine, ha assunto l’impegno ti tenere aggiornate le organizzazioni sindacali su ogni fase di svolgimento della procedura.

Le OO.SS. hanno dimostrato preoccupazione per le prospettive del Gruppo ma anche delusione per un sistema di relazioni molto difficoltoso. Hanno chiesto all’Azienda di tenerli aggiornati costantemente sulle prospettive e le caratteristiche di ogni operazione, ribadendo di voler essere una parte attiva di questo processo.

Il dott. Castano ha concluso l’incontro esprimendo preoccupazione per l’eccessivo tempo che si sta impiegando per la dichiarata cessione dell’azienda. Ha aggiunto che si percepisce una certa reticenza nel fornire adeguate informazioni, ovviamente nei limiti consentiti. Il sistema di relazioni che è stato sancito con il protocollo siglato nel 2010, funziona solo come informazione ex post e questo non contribuisce alla costruzione di Relazioni Sindacali adeguate. Le relazioni hanno seno se c’è un coinvolgimento delle parti. Il Mise, si impegna a fare una ricognizione con la proprietà per capire in che direzione si sta muovendo ovvero quali sono le sue reali intenzioni. Solo dopo aver acquisito questa informazione potrà essere convocato un nuovo incontro. Infine, il dott. Castano ha mostrato seria preoccupazione sulle eventuali falle nella gestione del settore del commercio dei carburanti ed ha aggiunto che la Direzione Generale competente del Mise sta già procedendo alle opportune verifiche per analizzare attentamente questa vicenda.



Questa pagina ti è stata utile?

NO