Verbale di incontro - Nokia Group Italia

 

In data 4 luglio 2017 si è tenuto presso il Ministero dello Sviluppo Economico un incontro di verifica riguardante Nokia Group Italia . Alla riunione, presieduta dal Dr. Castano Resp. UGV Mise, hanno partecipato l’Ing. Radice di Nokia insieme al Dr Chiovini, Dr Perucconi, Dr. Lolli, la Dr.ssa Gatta del Mise, le segreterie nazionali e territoriali di Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Ugl Met., Slc Cgil, Uilcom Uil e Fistel Cisl e Ugl Tlc. nonché le Rsu.

L’ing. Radice ha dato un aggiornamento della situazione, in particolare ha chiarito come sia stata chiusa la mobilità a maggio e come siano state gestite le uscite volontarie. Ha fatto inoltre il punto rispetto ad esuberi aggiuntivi gestiti solo su base volontaria ha chiarito che in azienda si è proceduto da tempo all’avvio del tema della formazione per i lavoratori collocati in CIGS, finalizzata alla ricollocazione interna ed esterna .

Le OOSS hanno chiesto chiarimenti in merito alla rotazione ed all’andamento di Nokia.

L’Ing. Radice ha chiarito che la situazione è complessa per una serie di oggettive ragioni di mercato, di concorrenza e per cicli legati ai prodotti, la fase attuale è quella del prodotto 4G in attesa della partenza del nuovo 5G, l’organizzazione continua a lavorare sui costi, si fa fatica e vi sono problemi su alcune aree.
La concorrenza di taluni competitors sta generando problemi non indifferenti ai fornitori abituali dei gestori di TLC (quali Nokia), che ne pagano il prezzo. L’elemento positivo invece è che in questo momento Nokia in Italia stia sostenendo sforzi di trasformazione ed ha mantenuto, con grande impegno del management italiano, la R&D in Italia; mentre da una parte si è costretti a ristrutturare, dall'altra si cerca di rigenerare . L’ing. Radice ha inoltre sottolineato che non sono ancora pervenuti i finanziamenti attesi del Mise Il Gruppo Nokia in Italia sta comunque procedendo ad innovare ed assumere per generare il ricambio in particolare per l’R&D, con riferimento quest’anno all’area X- Haul.
I nuovi ingressi saranno in funzione del numero di uscite selettive e volontarie che l’Azienda sta perseguendo . Intorno a Settembre potrebbe partire un nuovo progetto che potrà generare nuovi ingressi . Con riferimento alla situazione della CIGS , attualmente sono 67 le persone coinvolte. Per finalizzare quanto stabilito dal piano, è richiesto che ci sia uno sforzo comune rivolto alla soluzione delle singole situazioni.
Le OOSS vogliono maggiore chiarezza sui percorsi da seguire, comunque hanno comunicato che per le persone non è facile accettare l’uscita senza un’alternativa.

L’Ing. Radice ha sottolineato che nella seconda metà di luglio sarà avviata la nuova Procedura che potrà consentire la finalizzazione del piano.

Le OO.SS. hanno sottolineato che alla fine dei programmi di formazione l’Azienda dovrebbe essere più chiara sulla ricollocazione .

L’Ing. Radice ha ribadito che a luglio si aprirà la Procedura relativamente alle già note aree di esubero , con l’aggiunta delle posizioni per le quali sono già stati individuati, o si individueranno in seguito, volontari. L’ing. Radice ha altresì auspicato che arrivino ad essere tutti volontari.

A questo proposito le OO.SS. hanno ricordato che l’accordo è stato sottoscritto presso il Mise, hanno quindi ribadito la necessità di una gestione non traumatica degli esuberi, chiedendo supporto del Mise, affinchè prima del 7 novembre p.v., anche alla luce di un mercato più favorevole, si cerchino di individuare soluzioni dall’esterno per la ricollocazione dei lavoratori oggetto della mobilità, verificando anche attraverso importanti operatori che stanno investendo in Italia.

Il dr Castano ha ribadito che il ruolo istituzionale deve essere ben presente e che si potrebbe favorire l’incontro tra le aziende qualora Nokia fosse d’accordo , ma su questo l’unica decisione spetterebbe a Nokia.

L’Ing. Radice a tale proposito dovrebbe fare una verifica al suo interno anche se appare difficile il confronto diretto con aziende con cui ci sono rapporti molto competitivi.

L’azienda in conclusione ha comunicato l’avvio della Procedura entro fine luglio p.v., il cui primo incontro è stato già calendarizzato, in accordo tra le Parti , il 27 luglio alle 11 in Assolombarda.
Il prossimo incontro, nell’ambito della fase sindacale della Procedura, è stato calendarizzato il prossimo 7 settembre 2017 alle ore 11.00 presso il Mise.

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO