Verbale di riunione - Gruppo Ferretti

In data 23 Novembre 2016 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto un incontro volto al monitoraggio dell’Accordo sottoscritto al Mise il 18/2/2014.

Alla riunione erano presenti

  • per il Mise la Dott.ssa Silvia Bellato dell’Unità per la gestione delle vertenze delle imprese in crisi (UGV),
  • per la Regione Emilia Romagna il Dott. Mauro Penza,
  • per la Regione Liguria il Dott. Franco Olivieri,
  • per la Regione Lombardia il Dott. Antonio Genova,
  • per il Gruppo Ferretti la Dott.ssa Cinzia Cevinini, il Dott. Marco Capeddu, il Dott. Christian Melis e il Dott. Giovanni Sardella,
    le OOSS e le RSU FENEAL-UIL, FILCA-CIS, FILLEA-CGIL.

In apertura di riunione il Mise ha dato la parola ai rappresentanti del Gruppo Ferretti per un aggiornamento sulla situazione del Gruppo.

La Dott.ssa Cevinini ha fornito una presentazione della situazione e degli obiettivi del gruppo, di seguito riassunta:

  • L’azionista Weichai, che nel 2012 ha acquisito inizialmente una partecipazione pari al 75% del Gruppo Ferretti con un versamento di capitale pari a circa 200 milioni di euro, nel 2015 ha ulteriormente incrementato il capitale sociale versando 80 milioni di euro e la sua partecipazione è salita allo 86,2%. Weichei ha inoltre dotato la società di un finanziamento soci per 212 milioni.
  • Il 2016 ha visto l’ingresso nel gruppo della famiglia Ferrari come azionista al 13,2%.
  • Gli investimenti nel triennio 2014-2016 ammontano a:
    • 12.038 M€ nel 2014
    • 19.391 M€ nel 2015
    • 23.300 M€ nel 2016
    • 23.200 M€ nel 2017
  • Nel biennio 2015/2016 sono stati introdotti sul mercato 12 nuovi modelli innovativi di imbarcazione.
  • Nell’ambito del progetto Process Excellence, volto al miglioramento nella efficienza della manodopera e nei tempi di attraversamento del prodotto all’interno del cantiere, sono stati realizzati i seguenti obiettivi:
    • è stato introdotto il regime orario del doppio turno, ai fini di una migliore organizzazione del lavoro e di sinergia delle fasi di lavorazione sulle imbarcazioni e di una piena sostenibilità finanziaria del flusso produttivo,
    • sono state adottate innovative metodologie di costruzione che hanno portato un miglioramento nella efficienza della manodopera e nei tempi di attraversamento del prodotto all’interno del cantiere, con un risparmio oltre il 30%,
    • è stata introdotta la rilevazione oraria sulle attività dirette ai fini della contabilità industriale attraverso il sistema dei ‘totem’.
  • A Sarnico sono state completate sia la cabina di verniciatura che l’area predisposta per la verniciatura. E’ previsto per il 2017 il completamento della riqualificazione dell’area da adibire a deposito (a oggi conclusa la parte di demolizione). Gli investimenti realizzati sono attualmente pari a 399.422€.
  • E’ stata ridefinita l’organizzazione dell’area Commerciale e Marketing con una nuova struttura focalizzata sulle Brand in modo da avere personale specializzato per singolo marchio.Sono stati inaugurati nuovi Showrooms (2014 Shanghai e Palma de Maiorca e 2015 ufficio di Rappresentanza a Milano). Sono previste nuove aperture a Monaco, Singapore, Ibiza, Mikonos e Londra.
  • Negli anni successivi al 2014, al perdurare della situazione di incertezza economica si è assistito a un miglioramento progressivo, grazie alle azioni intraprese dall’azienda sia verso il mercato che verso l’organizzazione interna. Il fatturato del Gruppo negli anni dal 2014 è il seguente:

 

FERRETTI GROUP
Dati Anno 2014 Anno 2015 FCST (31/12/2016)

Fatturato

368.136

378.386

425.000*

Risultato d'Impresa

-45.862

-29.104

13.000*

  • Fino al 31.12 rimarrà aperta una procedura di mobilità aziendale per 40 impiegati e una per 5 operai diretti su Mondolfo.
  • La situazione della Cassa integrazione è la seguente:
    • CIGO operai diretti su Forlì (fino a 24/2/2017)
    • CIGO operai diretti su Cattolica (fino a 10/3/2017.

Al termine del suo intervento la Dott.ssa Cevinini ha comunicato che, nonostante il 2016 si chiuda positivamente, il Gruppo chiede uno sforzo in termini di aumento della competitività. Dato che con la attuale struttura esiste uno squilibrio fra il costo aziendale e ciò che resta al lavoratore esiste una opportunità importante e va rinnovato l’accordo di secondo livello con decorrenza primo gennaio 2018.

Sono poi intervenute le OOSS che:

  • hanno dichiarato che l’accordo ha funzionato grazie soprattutto ai sacrifici fatti dai lavoratori, sia attraverso le uscite dal gruppo che con la CIG;
  • hanno chiesto che venga ribadita la strategicità dei sei stabilimenti del gruppo e che la forza lavoro complessiva venga mantenuta e se possibile incrementata;
  • hanno fatto presente che, in alcuni cantieri in particolare, lavorano molte società in appalto e hanno quindi chiesto di riequilibrare la presenza di lavoratori interni e esterni;
  • hanno replicato che l’accordo integrativo scade a fine 2017 e che entro il 31 luglio presenteranno le richieste per il rinnovo dello stesso nelle forme e nei tempi più opportuni.

La Dott.ssa Cevinini ha rappresentato che la situazione non è semplice e che anche grazie alla legge di bilancio ci sono dei nuovi istituti di cui si potrebbe usufruire che consentirebbero di migliorare la posizione dei lavoratori riducendo contestualmente il costo del lavoro per l’azienda. Ha però ribadito che c’è bisogno di tempo per lavorare e trovare soluzioni soddisfacenti

Le OOSS hanno quindi acconsentito a iniziare il dialogo nei primi mesi del 2017 fermo restando il fatto che presenteranno una piattaforma di rinnovo come da consuetudine.

Sono poi stati chiesti dalle OOSS dei chiarimenti su due siti in particolare ovvero Cattolica e Forlì. La Ferretti ha risposto che per Cattolica il periodo di cassa terminerà a Febbraio e il riavvio delle attività dipenderà dall’arrivo delle nuove imbarcazioni, dopodiché non ci sono previsioni di scarico dato che le vendite dei modelli di competenza di Cattolica stanno andando molto bene mentre per Forlì sono previsti tre mesi di scarico tra settembre e novembre 2017.

Il tavolo rimane aperto e sarà riconvocato su richiesta delle parti.



Questa pagina ti è stata utile?

NO